Cassani deposita la querela per diffamazione

Il sindaco contro due consiglieri di opposizione e un cittadino casoratese: «Mi hanno diffamato. Passerò per vie legali»

Dimitri Cassani

«Ho depositato la querela per diffamazione nei confronti dei due consiglieri di opposizione e del cittadino di Casorate, che mi ha attaccato pubblicamente. La Procura ha già stabilito la mia innocenza, ora voglio tutelarmi in sede legale». Così il sindaco di Casorate Sempione Dimitri Cassani il quale, dopo l’archiviazione del procedimento nei suoi confronti (è stato indagato per abuso d’ufficio), ha deciso di presentare una querela. I destinatari sono tre: si tratta di due consiglieri della minoranza casoratese, Tiziano Marson (PD) e Gianluigi Poli (Alternativa civica), oltreché di un cittadino, Alberto Crosta, che in una lettera ai giornali aveva attaccato duramente il sindaco.

L’indagine, per un presunto abuso d’ufficio, era partita da una denuncia dei due consiglieri, che ritenevano il ruolo di Cassani in odore di conflitto d’interesse. Cassani, quando è stato eletto primo cittadino nel 2015, ha continuato a svolgere l’attività di geometra. Il pm ha recentemente archiviato il caso, ma le polemiche non si sono placate. Durante il consiglio comunale del 25 giugno Cassani ha annunciato l’archiviazione del suo caso, ribadendo la sua trasparenza; questo ha provocato l’uscita dalla sala consiliare dei due consilieri, per protesta nei confronti del sindaco. Crosta, nella lettera pubblicata pochi giorni dopo, ha confermato i sospetti su Cassani con parole dure: «Purtroppo, finché persiste il conflitto di interessi in capo al nostro sindaco, la fiducia degli abitanti nel primo cittadino resterà inevitabilmente viziata».

Da qui la decisione del sindaco di presentare la querela: «Il pm ha già accertato che non esiste alcun abuso d’ufficio», ha dichiarato Cassani ai microfoni di Malpensanews (che nei giorni scorsi aveva scritto una lettera per rispondere alle critiche su Malpensa). «Dato che le accuse nei miei confronti non sono cessate, ho deciso di agire per vie legali. La querela è già stata depositata».

di caccianiga.marco@yahoo.it
Pubblicato il 09 agosto 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore