Nel Ticino la vita è troppo cara, gli svizzeri comprano casa in Valceresio

Fabrizio Caputo (Soluzione Casa): «Sulla fascia di confine si vende bene grazie ai pensionati ticinesi che scelgono l'Italia come buon ritiro»

La Casa in Fiera

Per mesi abbiamo letto articoli di pensionati italiani che armi e bagagli si trasferivano in paesi stranieri dove il costo della vita è meno caro. Le mete più gettonate sono la Spagna, in particolare le Isole Canarie, il Portogallo, la Tunisia e i paesi dell’Est che per attrarre nuovi cittadini in cerca di un buon ritiro propongono allettanti agevolazioni fiscali. In Portogallo, per esempio, viene data la possibilità di non pagare le tasse sui redditi per dieci anni.

Quello degli italiani che comprano casa all’estero è un fenomeno in crescita. Negli ultimi quindici anni il numero degli acquisti è quasi quadruplicato. Secondo il centro studi Fiaip (Federazione italiana agenti professionali immobiliari) nel 2018 erano circa 50.000.  Non bisogna però pensare che questo sia un fenomeno diffuso solo nelle fasce di reddito medio-basse della popolazione italiana. Ci sono anche personaggi di spicco che una volta in pensione hanno scelto di ritirarsi in paesi stranieri, per esempio, il giornalista Fabrizio Del Noce, già dirigente della Rai, che ha scelto Lisbona in Portogallo, o l’ex presidente della Regione Sicilia Rosario Crocetta che vive felice in Tunisia.

Sulla fascia di confine con la Svizzera, in particolare nella Valceresio, si osserva il fenomeno contrario. Non sono tanto gli italiani che varcano il confine per cercare casa nel Canton Ticino, quanto i ticinesi che vengono in Italia per comprare immobili. «Sono molti di più di quello che pensiamo – dice Fabrizio Caputo, agente immobiliare  e titolare dell’agenzia Soluzione Casa – Io lo tocco con mano tutti i giorni perché ho due agenzie, una ad Albizzate che opera nel sud della provincia, e una a Cantello, proprio a ridosso del confine con la Svizzera. Sono due mercati molto diversi tra loro. Durante il periodo più buio della crisi, l’agenzia di Cantello ha continuato a lavorare con i pensionati svizzeri che sceglievano di trasferirsi in Italia perché finanziariamente non riuscivano più a reggere il costo della vita nel loro paese».

Nella Valceresio, secondo l’agente immobiliare, il mercato è più dinamico e questo ha permesso di mantenere buoni valori per gli immobili, grazie anche alla presenza dei pendolari che arrivano da molte regioni, comprese quelle del sud, isole comprese. «L’italiano ha ancora il mito della Svizzera dove si guadagna bene – conclude Caputo – e Lugano è la meta agognata per un lavoro e uno stipendio migliore. Sono lavoratori che in molti casi lasciano la famiglia nel paese d’origine. La richiesta di locazione è altissima e costante. Ho appena registrato due contratti per due lavoratori: uno veniva da Bergamo, l’altro dalla Puglia».

TUTTI GLI ARTICOLI SULLA CASA IN FIERA

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 settembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore