L’ictus si può prevenire nell’80% dei casi

Mattinata di controlli e informazioni nella hall dell'ospedale grazie ai volontari dell'associazione Alice

Mattinata di controlli e informazioni nella hall dell’ospedale di Varese. La dottoressa Marialuisa Delodovici insieme ad alcune volontarie dell’associazione Alice, ha offerto controlli a quanti sono passati dall’ingresso del monoblocco, in occasione della Giornata mondiale contro l’ictus.

« È una malattia estremamente invalidante – spiega la dottoressa fino a qualche mese fa neurologa dell’ospedale di Varese, a capo della Stroke Unit e oggi presidente di Alice – circa 200.000 persone si ammalano in Italia ogni anno. L’80% dei casi di ictus, però, si può evitare con la giusta prevenzione che si basa su corretti stili di vita e sul controllo dei fattori di rischio come diabete, ipertensione, ipercolesterolemia o malattie cardiache. All’anno, 5 pazienti ogni 100.000 vengono ricoverati per ictus. Per questo, occorre aumentare la conoscenza dei fattori di rischio e adottare stili di vita più salutari».

Tra i fattori di rischio anche l’età avanzata e il sesso: mentre prima dei 70 anni è più frequente tra gli uomini, successivamente si alza la percentuale femminile, anche a causa della vita più longeva delle donne.

di
Pubblicato il 29 ottobre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore