Induno Olona, l’amore per una comunità

Le considerazioni di un lettore dopo i gravi fatti contestati che hanno portato all'arresto di tre persone

Induno Olona generiche

Egregio direttore,
Lettera aperta al Sindaco di Induno Olona

Sono ormai passati diversi giorni da quando la comunità di Induno Olona si è risvegliata sotto la cappa buia della corruzione, quel male oscuro che troppe volte coinvolge la politica, che tutti noi speravamo non potesse mai coinvolgere un comune così piccolo come il nostro, dove amministratori e pubblici dipendenti vivono sotto lo stesso campanile. Se provate le accuse mosse dalla Guardia si Finanza e che hanno portato all’arresto di un dirigente del comune addetto alle manutenzioni, si parla di un
danno erariale di alcuni milioni di euro.

Riporre nella magistratura tutta la fiducia possibile, è certamente la cosa più ovvia. Sul piano della gestione politica della cosa pubblica, rimane evidente che in questi anni è stato carente il compito di controllo degli amministratori sul governo del
nostro comune. Forse con una maggiore presenza, si sarebbe potuto evitare questo scandalo, visto che da diversi anni c’erano stati consiglieri comunali, sia della maggioranza che della opposizione, che avevano criticato l’eccesso di potere e di fiducia dato a questo funzionario.

Sostenere poi la tesi che non è compito degli amministratori il controllo di come vengono spesi i soldi del comune sembra una
facile tesi di carattere assolutorio, che non sta in piedi, quando è semmai, invece il contrario. Adesso il pericolo che l’attività del nostro comune rischia di essere paralizzata, sia per i procedimenti e i tempi giudiziari in corso e sia per la mancanza
di serenità di coloro che risultano indagati.

Non ho nessun elemento di carattere giudiziale per sostenere nessuna tesi, ne di carattere accusatorio, ma nemmeno di carattere assolutorio. Comprendo anche quanto sia difficile oggi per un Sindaco o un Assessore districarsi in tutti i labirinti messi in
atto dalla burocrazia statale. Quello che c’è, ed è palpabile nella opinione di tutti gli indunesi, è un grave sentimento di sgomento in tutta la nostra comunità e che aspetta delle risposte certe e sicure. Chi scrive non ha l’autorevolezza di chiedere le dimissioni di chicchessia. La considerazione che mi sento di fare è che anche in queste occasioni occorre avere coraggio e responsabilità nelle scelte da compiere, riconoscendo che anche le dimissioni possono essere un atto d’amore verso una comunità, che oggi si sente tradita.

Emilio Vanoni
Comunità Democratica

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 novembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore