Nuove fermate a Baggio e Monza, cresce la metropolitana di Milano

Finanziati i prolungamenti in zona Ovest e a Nord. Senza dimenticare che a breve arriva il primo tratto della M4 per Linate

Generico 2018

Cresce la metropolitana di Milano. Con il finanziamento (statale) per il prolungamento del metrò 1 a Ovest, verso Baggio, e con lo sblocco dei fondi regionali per il progetto di prolungamento verso Nord della line 5, “la lilla”

Metropolitana Milano: prolungamento a Baggio

Due chilometri di tracciato, tre nuove fermate: Valsesia, Baggio e Olmi. È la nuova tratta che sarà aggiunta al ramo della MM1 che oggi fa capolinea a Bisceglie.
«La ministra alle Infrastrutture e trasporti Paola De Micheli ha appena annunciato che il governo ha finanziato il progetto del prolungamento M1 da Bisceglie a Baggio e Olmi con 210 milioni dei 350 milioni necessari e il piano full electric di ATM con almeno i primi 50 milioni per il primo anno» ha annunciato con comprensibile soddisfazione  l’assessore ai Trasporti del Comune, Marco Granelli.
La fermata Olmi si troverà esattamente a ridosso della Tangenziale Ovest e quindi potrà diventare un comodo punto d’interscambio.

Metropolitana Milano: prolungamento a Monza

A lungo la città di Monza ha “temuto” l’arrivo del metrò, preoccupata di essere fagocitata da Milano. Dal 1966 la città ha perso il collegamento tranviario veloce, ma “la rossa” si è sempre fermata a Sesto San Giovanni.
Adesso si cambia, il collegamento arriverà grazie alla M5, “la lilla”: la Giunta regionale lombarda ha appena approvato lo schema di convenzione tra Regione Lombardia, Ministero dei Trasporti e Comune di Milano per il cofinanziamento statale per il prolungamento della linea M5 a Monza.

«Come Regione – ha spiegato il governatore Attilio Fontana – abbiamo stanziato 283 milioni perché, terza città lombarda per popolazione, con tutti i benefici che ne conseguono per le città a nord del capoluogo lombardo sull’asse di collegamento con la Brianza». Costo complessivo: un miliardo e 265 milioni di euro, di cui 900 milioni dallo Stato, 283 milioni dalla Regione Lombardia, 37 milioni dal Comune di Milano, 4,5 milioni dal Comune di Sesto San Giovanni, 13 milioni dal Comune di Cinisello Balsamo, 27,5 milioni dal Comune di Monza.
Previsti anche due importanti nodi d’interscambio intermodale, al futuro capolinea della M1 a Cinisello-Monza (‘Bettola’) e a Monza FS con la rete ferroviaria.

Metropolitana Milano: prolungamento a Linate con la M4

Nel 2021 dovrebbe entrare in servizio la breve tratta tra l’aeroporto di Milano Linate e la stazione Milano Forlanini Rfi (raggiungibile anche con la linea S5 da VareseGallarateBusto ArsizioLegnano).
È il primo tratto della metropolitana 4, che – nella sua interezza – prevede il collegamento da Linate Aeroporto al centro di Milano, per poi proseguire verso sud-ovest, attestandosi al capolinea di San Cristoforo (lungo il naviglio grande, quasi al confine con Corsico).
Incrocerà la linea M1 nella stazione di San Babila e la linea M2 nella stazione di Sant’Ambrogio. Un percorso di superficie collegherà la stazione Sforza-Policlinico della linea M4 con la stazione Missori M3.
L’apertura completa è prevista a luglio 2023, ma per alcune stazioni ed il collegamento con la metropolitana 2 a Sant’Ambrogio sarà successivo.

metropolitana milano

Metropolitana Milano: altri prolungamenti ipotizzati

M1, M2, M3, M5 e persino la M4 non ancora entrata in servizio: per ogni linea della metropolitana di Milano s’ipotizzano nuove tratte periferiche.
Le ipotesi sono di raggiungere diversi Comuni dell’area metropolitana, tra cui Paullo M3, Corsico M4, SegrateM4, Settimo Milanese M5, Vimercate M2 e ancora un secondo accesso a Monza con M1. In alcuni casi si aggiungerebbe al già esistente servizio ferroviario suburbano (come a Corsico o Segrate), in altri (come Paullo, Vimercate) servirebbero zone completamente prive di trasporto pubblico su rotaie.

di roberto.morandi@varesenews.it
Pubblicato il 06 novembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore