Quantcast

Al via la NextGen Cup: la Varese Academy vuole la qualificazione alle finali

I giovani biancorossi in campo a Bologna venerdì 27 e sabato 28 nel girone con Roma, Cantù e Trieste. Final Eight nel mirino per la squadra di Bizzozi

under 18 nextgen cup 2019 pallacanestro varese academy

AGGIORNAMENTO – Varese ha battuto con relativa tranquillità la Virtus Roma nel match del venerdì mattina con il punteggio di 74-60. Bene il play Librizzi e l’ala Nicolò Virginio: per quest’ultimo 16 punti, 13 rimbalzi e 3 assist. Nell’altra partita del Gruppo B, vittoria di Trieste su Cantù per 63-51.

Prende il via quest’oggi a Bologna la seconda edizione della NextGen di basket, torneo aperto alle massime formazioni giovanili (le under 18) delle squadre di Serie A che culminerà con le finali organizzate in concomitanza con la Coppa Italia di Pesaro. Non si tratta, quindi, del campionato italiano che assegna lo scudetto (quello è aperto anche ai club che non disputano la massima serie e che, talvolta, puntano forte proprio sui vivai) ma di una competizione autonoma che però permette di dare una bella vetrina – sportiva e mediatica – ai “serbatoi” delle società più importanti e titolate.

Al via del torneo (abbinato al marchio IBSA) c’è naturalmente anche la Pallacanestro Varese nella sua versione “Academy”, con Stefano Bizzozi in panchina e con lo sponsor “Object Particolare” sulle maglie. I giovani biancorossi furono buoni protagonisti nella prima edizione, quando vinsero il proprio girone preliminare (a Masnago) ma poi si “persero” sul più bello in quel di Firenze. Anche questa volta, Varese parte con la speranza di fare strada; inseriti nel gruppo B affronteranno Roma (stamattina, venerdì 27, 11,30) e Cantù (stasera alle 21) per poi sfidare Trieste alle 15,30 di sabato 28. Le prime due classificate di ogni raggruppamento si qualificheranno per le Final Eight di Pesaro (13-16 febbraio).

La maggior parte delle partite sono in programma alla Virtus Segafredo Arena, il grande impianto creato nelle scorse settimane in un padiglione della fiera di Bologna nel quale, la sera di Natale, si è disputato il derby cittadino vinto nettamente dalle Vu Nere sulla Fortitudo. La Object Particolare disputerà lì i primi due incontri e poi si sposterà alla Palestra Porelli per il match con Trieste. Per la prima volta il torneo ha una sezione femminile, con otto formazioni iscritte. Tutte le gare saranno trasmesse nella nuova piattaforma web-tv di Legabasket (cioè QUI)

La squadra di Bizzozi (assistenti Tommaso Gergati e Alessandro Grati) come detto ha l’obiettivo di centrare la qualificazione. In rosa ci sono alcuni giocatori che hanno già lavorato con la prima squadra di Attilio Caja, come Omar Seck (11 presenze senza minuti giocati in Serie A quest’anno), come l’azzurro Nicolò Virginio e il pivot croato Dusan Raskovic, entrambi aggregati in estate alla Openjobmetis. Gli altri nomi da tenere d’occhio sono quelli del play Matteo Librizzi, dell’esterno tuttofare Jarol Montano e della guardia montenegrina Balsa Jokic; tra i più esperti a questo livello c’è anche il figlio d’arte Alessandro Van Velsen mentre in prestito dal Cus Torino (il torneo prevede questa possibilità) è arrivata l’ala forte Luca Vincini che cercherà di dare una mano sotto i tabelloni, laddove la Object Particolare appare un po’ sguarnita.

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 27 Dicembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore