Auguri per i tuoi 18 anni: il biglietto del Comune a una novantenne morta a gennaio

Incredibile gaffe del Comune che indirizza il bigliettino d'auguri alla casa di riposo

bigliettino auguri del comune

« Ti auguriamo di festeggiare con gioia questo traguardo importante, e di vivere con l’impegno e l’intensità dei tuoi 18 anni questa partenza».

Emanuela legge e rilegge questo bigliettino firmato a mano dal vicesindaco del paese e con l’indirizzo scritto di proprio pugno da qualche solerte dipendente dello stesso ente.

Legge e rilegge perché non riesce a capire: il destinatario di questo bigliettino carico di enfasi è sua madre, morta dieci mesi fa a 92 anni. La cosa che la rende ancora più perplessa è che il bigliettino non è stato indirizzato a casa sua, ma all’ultimo indirizzo dove risiedeva sua madre: la casa di riposo dello stesso comune.

Accade a Barasso: « Non so se ridere o se piangere – commenta Emanuela –  Stamattina ero alla casa di riposo perché qualche settimana fa mi avevano chiamata che era arrivata  una lettera per mia mamma. Ero già perplessa visto che la mia mamma è morta a gennaio. Oggi l’ho ritirata e, con mia grande incredulità, ho visto che erano gli auguri per i suoi 18 anni. Effettivamente mia mamma compie gli anni il 5 novembre ma sarebbero stati 92. Il Comune dovrebbe sapere che mia mamma non c’è più da 10 mesi. Chi ha poi scritto l’indirizzo, notare bene a mano, non si è reso conto che si trattava della casa di riposo e che forse non ci sono diciottenni residenti lì? Ho letto e riletto più volte il contenuto del biglietto perché davvero credevo di sbagliare a capire il messaggio».

Forse un errore legato a un’omonimia ma la signora si chiamava Ilva, non proprio comune: «  Ci sono proprio errori grotteschi. Uno non sarebbe stato il diciottesimo compleanno,  due a Villa Rovera Molina ci sono solo anziani, tre mia mamma non c’è più da 10 mesi. Come hanno fatto a sbagliare così?».

Il sindacoAntonio Braida non cerca scuse: « È stato un errore e me ne dispiace. Dirò alla vicesindaco di chiamare l’interessata e di porgere le nostre scuse».

di
Pubblicato il 02 dicembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore