Quantcast

I Mastini si sbloccano e si scatenano: gialloneri in finale di Coppa Italia

A Merano la squadra di Da Rin fatica nei primi due terzi, poi cambia marcia e segna 4 volte nell'ultima frazione. Pergine battuto 7-4, domenica il match per il titolo con il Merano

semifinale coppa italia hockey 2020

Quaranta minuti di timore, venti per fare girare il destino e per spingere Varese e il Varese alla prima finale di Coppa Italia della sua storia hockeyistica. A Merano i Mastini di coach Da Rin rischiano, faticano, sbagliano, inseguono ma poi – dopo il secondo intervallo – sbocciano e tornano la squadra che sta comandando la IHL.

Alla fine è tripudio: 7-4 per i gialloneri, con quattro reti nell’ultimo drittel per capovolgere il punteggio e mandare al tappeto un Pergine coriaceo e pericoloso, bravo a fare leva sia sugli errori altrui sia su una condizione apparsa ottima a lungo. Poi però l’azzardo di giocare con rotazioni ridotte, quello di coach Rich, non ha più pagato e al contrario Da Rin ha dato fondo alla sua lunga panchina per logorare la resistenza dei trentini. Importante la terza linea, spesso utilizzata, utilissimo avere tanti difensori sul pezzo per confinare – brutto dirlo – uno spaesato Schina in panchina.

Il giocatore torinese, gran protagonista di tante gare, stavolta commette troppe sbavature (nonostante un gol importante) e finisce da riserva mentre i compagni di reparto Ilic e Re siglano i gol che spingono la semifinale verso l’angolo giallonero. Schina si rifarà, ne siamo certi, magari domenica nella partita che vale la coccarda tricolore.

Il Varese – sostenuto da un folto numero di tifosi, ben di più rispetto al Pergine che pure ha sede molto più vicino a Merano – ha anche cambiato rotta nel momento in cui ha smesso di giocare in inferiorità numerica. Troppo nervosi, Raimondi e soci, nei primi due drittel, e così le tante penalità non hanno permesso ai Mastini di giocare a lungo a 5 contro 5, situazione nella quale sono apparsi più solidi e completi rispetto ai rivali.

Domenica dalle 18 quindi, i gialloneri proveranno a mettere in bacheca la prima, storica, Coppa Italia della loro storia ultraquarantennale. Avversaria il Merano (padrona di casa e favorita) che ha battuto per 5-1 la ValpEagle. Per chi vuole seguire in diretta la finalissima, sarà attivo il liveblog #direttavn (QUI) con interventi alternati tra hockey e basket. Da capire se Da Rin recupererà Andreoni (febbre), assente oggi al pari del trentino Meneghini (infortunio alla mano). Il Varese ha ugualmente le linee piene, anche se Marco – veterano giallonero – meriterebbe di esserci.

semifinale coppa italia hockey 2020
Foto Mastini/Munerato

LA PARTITA

L’avvio di gara è tinto di giallonero: la squadra di Da Rin testa subito i riflessi del bravo Quagliato e ha forse il piccolo torto di non forzare ancora un po’ la situazione, forse per timore delle ripartenze avversarie. Quando però Ross Tedesco finisce in punizione, ecco la stoccata trentina con Valorz che sfrutta una amnesia di Schina e insacca da dietro la porta. I Mastini barcollano per qualche minuto, poi però trovano la reazione più bella: rete in shorthand grazie a uno scatto imperiale di Marcello Borghi (1-1). Il gol ridà vigoria ai gialloneri che tornano a pressare ma anche questa volta pagano caro un contropiede delle Linci finalizzato ancora da Valorz. Il Varese rischia grosso perché va addirittura al riposo con l’uomo in meno per una penalità a Vanetti.

Al rientro anche Schina si becca 2′ di panca puniti e il Pergine non si fa pregare: con il doppio uomo in più è Hood a trovare il tiro giusto per il 3-1. Mister Esperienza, Dominic Perna, in queste situazioni ci sguazza, non ci sta e trova il modo di colpire e il 2-3 è rete importante, soprattutto perché il Pergine ha ancora le energie e la cattiveria per raddoppiare il distacco e lo fa con Foltin, abile a sfruttare uno dei pochissimi errori di Tura. Schina, proprio lui, il più in difficoltà, ha l’impennata d’orgoglio alla mezz’ora e a 5 contro 3 spara il missile giusto per il 3-4. Poi gli attacchi si fermano nella seconda metà del terzo centrale, quasi a voler attendere l’epilogo.

E l’epilogo arriva colorato di giallonero: la spinta arriva dalle “sassate” dei difensori con Ilic che pareggia al 46′ (tiro deviato, traversa e gol) e con Re che sorpassa due minuti dopo. L’argine è rotto, Tura mette le ultime pezze sui tentativi del Pergine e quindi un grande Vanetti scappa per depositare il rete il 6-4. Alle Linci restano due mosse: chiamare timeout e successivamente togliere il portiere, ma è proprio a porta vuota che Marcello Borghi chiude la semifinale nel tripudio di sciarpe giallonere in tribuna.

 

MASTINI VARESE – PERGINE SAPIENS 7-4
(1-2; 2-2; 4-0)

MARCATORI: 11.16 Valorz (P – Sinosi) PP1, 13.12 M. Borghi (V – Schina) SH, 19.15 Valorz (P – Foltin); 20.59 Hood (P – An. Ambrosi) PP2, 26.35 Perna (V – Schina, Ross Tedesco), 27.33 Foltin (P), 30.00 Schina (V – M. Borghi, Ross Tedesco) PP2; 46.25 Ilic (V – Raimondi), 48.21 Re (V – Ross Tedesco, Raimondi), 52.13 Vanetti (V), 58.40 M. Borghi (V) EN.

VARESE: Tura (Menguzzato); Re, Ilic, Schina, F. Borghi, Mazzacane, Cecere, Lo Russo, Odoni; M. Borghi, Vanetti, Asinelli, Perna, Ross Tedesco, Raimondi, M. Mazzacane, Franchini, Piroso, P. Borghi, Teruggia, Privitera. All. Da Rin.
PERGINE: Quagliato (Mello Nascimento); Franza, Reffo, An. Ambrosi, Al. Ambrosi, Damin, Scalzeri, Marchesini; Valorz, Sinosi, Foltin, Lombardi, Hood, Buonassisi, Viliotti, L. Dall’Agnol, M. Dall’Agnol, Biasioni, Marano. All. Rich.
ARBITRI: Gruber e Egger (Pace e Fleischmann).
NOTE. Penalità: V 12′, P 10′. Superiorità: V 0-3, P 2-5. Spettatori: 1.590.

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 18 Gennaio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore