In tantissimi per il grande falò di Saronno

Un grande falò a conclusione della festa di Sant’Antonio organizzata dal Gruppo Sant'Antoni da Saronn

Un grande falò a conclusione della festa di Sant’Antonio.

Tantissime le famiglie presenti per il grande evento, venerdì 17 gennaio, dove nel Parco degli Alpini è stato accesa la grande pira a conclusione della festa di Sant’Antonio.

Questa è la notte in cui secondo la tradizione gli animali parlano; è la notte dei grandi falò che abbraccia il sacro e il profano. Sant’Antonio abate è il patrono del fuoco, protettore del bestiame e dei campi.

È proprio il fuoco l’elemento che più di tutti oggi viene usato per ricordare il santo. Il falò simboleggia la volontà di abbandonare tutto ciò che appartiene ai mesi passati e di rinnovarsi a partire dal primo mese dell’anno nuovo. Il falò ha lo scopo “magico” di scaldare la terra e di incoraggiare il ritorno della primavera.

Secondo l’antica tradizione, in tantissimi hanno scritto i propri desideri su un bigliettino; l’urna dei desideri è stata poi portata sulla pira per essere bruciata tra le fiamme.

di
Pubblicato il 18 gennaio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore