Accoltellato al gluteo col coltellino svizzero

Due fendenti e l'arrivo delle volanti che dopo essere risalite al sospettato trovano anche droga

polizia di stato

Nel pomeriggio di ieri – mercoledì 26 febbraio – gli Agenti della Squadra Volante, in forza all’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura di Varese, sono stati allertati dalla locale Centrale Operativa per la segnalazione di un soggetto che lamentava di essere stato appena accoltellato al gluteo.

Giunti immediatamente sul posto ed acquisite le prime importanti indicazioni da parte della persona offesa, che nel frattempo doveva ricorrere alle cure dei sanitari per le ferite riportate, gli Agenti si sono messi sulle tracce del presunto aggressore che era stato visto fuggire a bordo di un’auto in compagnia di una donna.

Compiuti, immediatamente, i primi accertamenti sull’identità dell’uomo e dopo una serie di verifiche lungo le possibili vie di fuga dal luogo dell’evento, la volante è riuscita a intercettare un’auto corrispondente alla descrizione fornita, con a bordo due soggetti, un uomo e una donna, prontamente fermati e sottoposti a controllo.

Durante la perquisizione fatta all’uomo gli agenti hanno rinvenuto un coltellino multiuso in acciaio compatibile con i tagli rimediati dalla persona offesa.

Messo di fronte all’evidenza, il soggetto ha ammesso di aver utilizzato proprio qual coltello per ferire il suo “rivale” con due fendenti sul gluteo. per motivi ancora in fase di accertamento. Ma i guai per l’aggressore non sono finiti: gli Agenti infatti sono riusciti a rinvenire un involucro contenente marijuana e altre due singole dosi di hascisc e cocaina.

Tutto il materiale è stato opportunamente sequestrato e messo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria per i dovuti accertamenti. L’uomo aggredito è stato, quindi, trasportato, da personale del 118, in ospedale dove ancora si trova in attesa di conoscere l’entità delle ferite riportate.

Per il suo aggressore, invece, è scattato il deferimento per i reati di lesioni personali aggravate, porto ingiustificato di coltello e detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 febbraio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore