Annullata la Lago Maggiore International Trail

Salta l'attesa manifestazione sportiva che avrebbe fatto arrivare sulle sponde e le montagne del Verbano atleti da una cinquantina di paesi. Come fare per i rimborsi

Avarie

Mancavano 26 pettorali, già oggi, a metà marzo, per il completamento del numero di partecipanti alla Lago Maggiore International Trail, che si sarebbe svolta il prossimo 3 maggio 2020.

Ma la gara è stata annullata per via dell’emergenza sanitaria dovuta al coronavirus.

Di seguito le ragioni che hanno reso necessaria tale decisione nella nota del team No Limit, organizzatore dell’evento.

L’attuale gestione dell’emergenza di Co-vid 19 sul territorio italiano sta richiedendo un notevole impegno da parte delle amministrazioni pubbliche (nel nostro caso Comuni, Provincia, Regione e Comunità Montana Valli del Verbano) e private (tutte le Associazioni di volontariato e di soccorso che ogni anno collaborano con noi), tale da rendere impossibile proseguire nell’organizzazione operativa della manifestazione e garantire gli standard qualitativi necessari affinché la manifestazione si svolga in sicurezza.
Iniziamo dal presupposto per il quale, secondo l’ultimo Decreto emanato dal Presidente del Consiglio dei Ministri del 9 marzo 2020, gli spostamenti sono vietati se non per comprovati motivi di salute, necessità o di lavoro fino al prossimo 3 aprile 2020. Questo vuol dire che tutti gli spostamenti che solitamente ci vedono impegnati nel corso della giornata sono ora impossibili.
Tutte le amministrazioni dello Stato sono attualmente impegnate nel gestire l’attuale emergenza. Tali soggetti non possono dunque continuare a interfacciarsi con noi, che siamo quotidianamente impegnati nell’organizzazione della manifestazione, poiché devono usare le risorse e i mezzi di cui dispongono per la gestione della crisi. Allo stesso modo è il Team stesso che vuole evitare di distrarre e di ostacolare tutti coloro che sono impegnati a gestire sul campo e non solo questo momento difficile per tutti.
A ciò si aggiunge il fatto che tutte le limitazioni attuali sono in vigore fino al 3 aprile 2020. Tuttavia, l’emergenza è in continua evoluzione per cui non si ha la certezza assoluta che a partire dal prossimo 4 aprile tutte le attività potranno riprendere a svolgersi in totale normalità.
Infine, visto il cospicuo numero di partecipanti e visto che molti di essi non solo provengono da molte parti dell’Italia ma anche da moltissimi Paesi esteri, il nostro Team ha la necessità di doversi muovere per tempo e quindi di dover comunicare con un preavviso ragionevole l’annullamento della manifestazione. Non dimentichiamo inoltre il fatto che quello attuale è un periodo di emergenza non soltanto per l’Italia ma anche per il resto del mondo.

MISURE ADOTTATE PER GLI ISCRITTI ALLA LMIT 2020.
Partendo dal presupposto che l’Organizzazione ha già sostenuto delle spese in vista della settima edizione LMIT e che incorrerà in penali per l’annullamento di servizi già prenotati, gli attuali iscritti alla LMIT 2020 possono scegliere solo ed esclusivamente una delle seguenti opzioni per il riconoscimento della quota già versata.

OPZIONE 1: riconoscimento gratuito dell’iscrizione alla LMIT del 2 maggio 2021 o alla LMIT del 1° maggio 2022;
OPZIONE 2: rimborso del 25% della quota versata al momento dell’iscrizione + sconto del 25% per l’iscrizione alla LMIT del 2 maggio 2021 o alla LMIT del 1° maggio 2022;
OPZIONE 3: rimborso del 40% della quota versata al momento dell’iscrizione.
Ciascun atleta deve comunicare l’opzione scelta scrivendo un’e-mail all’indirizzo info@lmit.info

ENTRO E NON OLTRE le ore 24:00 di domenica 3 maggio 2020.
Per coloro che invieranno l’e-mail dopo il termine indicato decadrà ogni diritto di riconoscimento o rimborso.
Inoltre, una vota comunicata l’opzione scelta non potrà essere più cambiata.
A nome di tutto il Team vogliamo dire che non è una scelta che abbiamo preso con leggerezza, ma vista la serietà della situazione ci sembra la cosa giusta da fare per rispetto nei confronti di chi è impegnato a gestire l’emergenza.
Ribadiamo inoltre, che comunicare con il giusto preavviso l’annullamento della manifestazione è un atto di rispetto nei confronti degli atleti italiani e stranieri che vi avrebbero preso parte.

Adesso ciascuno di noi deve dare il proprio contributo per sconfiggere questo nemico invisibile che non conosce confini!

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 Marzo 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.