Casi positivi, ma di solidarietà

"Chi può metta, chi non può prenda" è l'iniziativa nata a Napoli, con il "Panaro solidale" che si è diffusa fino a Cugliate Fabiasco, quasi al confine con la Svizzera

Generico 2018

Una cesta, un cartello, un annuncio su Facebook. In questo modo il Pub Daytona di Cugliate ha voluto creare una piattaforma di scambio fra chi ha e chi ha bisogno, il tutto nella dignità dell’anonimato da entrambe le parti.

Accade così che chi è di rientro dalla spesa per la famiglia si fermi a lasciare pasta, scatolame, beni di prima e quotidiana necessità. Ma non è solo questo: il Pub si è reso disponibile a consegnare a domicilio pizze alle persone più bisognose, senza che queste debbano pagarle.

“Tutti noi ci possiamo (sicuramente ci siamo trovati) in situazioni non molto piacevoli ed una mano non è mai abbastanza”, scrive il titolare “ribadiamo il fatto (anche se finora nessuno l’ha mai fatto) che se qualcuno si trova in difficoltà portiamo anche le pizze gratuite, basta chiamare e tutto sarà fatto con la massima riservatezza!

#andratuttobenemanelfrattempoaiutiamoci”

E, per fortuna, non solo il virus è contagioso: in tanti hanno chiamato la pizzeria per offrirsi di pagare quelle pizze per chi è in difficoltà. Un diffondersi capillare di “casi positivi di solidarietà” in questo piccolo, generoso, abitato della Valmarchirolo.

di
Pubblicato il 18 aprile 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore