Torna il campionato di calcio, si giocherà senza tifosi

Le partite della Serie A ricominceranno il 20 giugno, anticipate da semifinali e finali della Coppa Italia. Previsti piani alternativi nel caso l'emergenza sanitaria dovesse peggiorare

cristiano ronaldo juventus

La Coppa Italia come antipasto e poi il via anche al campionato: la Serie A di calcio è vicina alla ripartenza dopo la storica sospensione causata dal Covid-19 anche se gli spalti resteranno vuoti e gli addetti ai lavori dovranno prendere una serie di doverose misure per ridurre al minimo il rischio di contagio.

L’annuncio, arrivato nella serata di ieri (giovedì 28 maggio), è giunto dopo l’accordo trovato tra il Governo rappresentato dal ministro allo sport, Vincenzo Spadafora, e tutte le componenti interessate: Federazione, leghe e rappresentanti delle diverse categorie che compongono il mondo del pallone (calciatori, allenatori e arbitri).

Le norme sono simili a quelle della Bundesliga, il massimo campionato tedesco già ripartito da un paio di giornate: è previsto un massimo di 300 persone all’interno degli stadi al momento del match, non sono previste cerimonie e ci sarà una quarantena fiduciaria nel caso un calciatore dovesse risultare positivo al tampone per il coronavirus.

L’idea dunque è quella di proseguire la stagione con il calendario normale, ma in caso di riacutizzarsi dell’epidemia sono stati decisi piani alternativi: il primo prevede l’interruzione della stagione e la disputa di playoff e playout per ridurre il numero di gare, il secondo e più estremo invece parla di “congelamento della classifica”. Oltre alla Serie A è prevista la ripartenza anche della Serie B.

Il programma quindi prevede prima di tutto le semifinali e la finale di Coppa Italia con un tour de force tra il 13 e il 17 giugno: si comincia da Juventus-Milan e Napoli-Inter e dal successivo match che assegnerà la “coccarda tricolore”. Poi, dal 20 giugno, spazio alle partite di campionato. Sono quindi in corso le trattative con le televisioni che detengono i diritti per la trasmissione, per capire se sarà possibile dare ai tifosi la possibilità di assistere in chiaro a qualche partita o a qualche giornata.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 29 maggio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore