Figc, 21 milioni di Euro per il “Fondo Salva Calcio”

La Federcalcio è riuscita a mettere sul tavolo un intervento concreto per aiutare società, calciatori e tecnici di Serie B, Serie C, Dilettanti e femminile

Sede figc

La stagione 2019-2020 del calcio italiano si è spezzata in due: se i professionisti sono pronti a ripartire (la Serie C dovrebbe fare i playoff), i dilettanti hanno già sancito la chiusura delle attività, che riprenderanno con la prossima annata sportiva.

Il tema economico non è però di secondario: sono tante le società che a causa dell’emergenza sanitaria hanno subito perdite importanti. Per far fronte a questa problematica, è stato istituito, da parte del Comitato di Presidenza della Figc il “Fondo Salva Calcio”.

Su proposta del presidente della FederCalcio Gabriele Gravina, infatti, l’organo amministrativo della Figc ha varato un progetto straordinario, articolato e particolarmente consistente, la cui definitiva approvazione sarà portata nel Consiglio Federale di lunedì 8 giugno. La solidità patrimoniale e la disponibilità finanziaria della Federazione ha consentito un intervento diretto in favore dei Club, di calciatrici, calciatori e dei tecnici di Serie B, Serie C, Lega Dilettanti e calcio femminile per fronteggiare la crisi generata dall’emergenza Covid-19 per complessivi 21 milioni e 700 mila euro.

“È un’iniziativa che non ha precedenti – commenta il presidente Gravina – e rappresenta una grande assunzione di responsabilità che la FIGC prende in favore del sistema calcio nel suo complesso. Si tratta di uno stanziamento diretto la cui entità fungerà sicuramente da volano per la ripresa”.

In particolare, la Federazione ha previsto di destinare le seguenti risorse:

fino a 5.000.000 per il sostegno alle società di Lega B;
fino a 5.000.000 per il sostegno alle società di Lega Pro;
fino ad euro 5.000.000,00 per le società della LND;
fino ad euro 3.000.000 ai calciatori e fino ad euro 3.000.000 ai tecnici e ai preparatori attraverso il riconoscimento di un contributo unico al Fondo di Solidarietà calciatori, allenatori e preparatori atletici;
700.000 alle società della Divisione Calcio Femminile, per il sostegno alle società finalizzate alla ripresa e al completamento delle attività della stagione sportiva 2019/2020.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 giugno 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore