Gavirate, con le piante di marijuana davanti alla caserma dei carabinieri

L'uomo sorpreso dai militari e denunciato alla procura della repubblica di Varese

marijuana

Forse avrà creduto di passare inosservato vista la vicinanza del cimitero, a Gavirate, con la caserma dei carabinieri: stessa via – Rimembranze – e pochi metri l’una dall’altro: normale vedere qualcuno con delle piante che si dirige lungo il viale alberato, a volte in auto

Ma non ha fatto i conti coi militari che notano le piante, lo fermano, e lo denunciano.

Nella giornata di ieri, i carabinieri della Stazione di Gavirate hanno deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Varese un 30enne operaio del luogo, già noto alle forze dell’ordine, poiché resosi responsabile del reato di coltivazione di sostanze stupefacenti (immagine di repertorio) e porto ingiustificato di oggetti atti ad offendere.

I militari hanno proceduto al controllo del soggetto mentre si trovava a piedi nei pressi della caserma in possesso di due piantine di marijuana.

L’uomo è stato sottoposto a perquisizione personale e veicolare, lo stesso è stato trovato in possesso di 4 coltelli artigianali di varie dimensioni, dei quali non era in grado di giustificarne il porto.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Pubblicato il 16 Luglio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.