Quantcast

“Smart Border“, arriva la gara per la realizzazione dei parcheggi

Importo dei lavori: 800 mila euro. Il termine per l'invio delle proposte è l'11 agosto, la gara il giorno successivo

Avarie

Si chiama “frontiera intelligente”, alias Smart Border ed è il progetto transfrontaliero che vede il comune di Luino ente e soggetto che assieme alle controparti svizzere (Gambarogno) sta pianificando il futuro dei trasporti per l’area di confine.

Fra le azioni principali il progetto prevede – fra le altre azioni – la realizzazione di un moderno parcheggio nell’area delle stazioni di Luino che diverrà zona di interscambio fra i diversi mezzi di trasporto, in particolare ferro-gomma.

È di questi giorni la pubblicazione sull’albo pretorio dell’avviso di gara per l’affidamento per appalto di realizzazione di parcheggi a raso: si tratta delle opere infrastrutturali “park & ride“ per un importo di 880.000,00.

La procedura è aperta sulla piattaforma telematica “SinTel“ col criterio di aggiudicazione del minor prezzo. Termine ricezione offerte: 11/08/2020 alle ore 17:00. Gara: 12/08/2020 alle ore 10:00.

Interreg, finanziato il progetto “Smart Border”

SMART BORDER, FILOSOFIA
Il progetto è volto a sviluppare il dialogo nella pianificazione strategica nella regione dell ‘alto Lago Maggiore e Lago Ceresio occidentale, per agevolare e promuovere il trasporto pubblico (su ferro e gomma) e diffondere la mobilità  dolce, quale opportunità  di miglioramento della qualità  della vita, valorizzando le risorse naturali e paesaggistiche, mitigando così l’impatto del trasporto individuale motorizzato dei lavoratori transfrontalieri. I partner di progetto sono le comunità  direttamente interessate, la Città di Luino e il Comune di Gambarogno, con i relativi comprensori di pertinenza; il progetto opererà  sull’integrazione dei sistemi di trasporto, pubblici e privati collettivi, coinvolgendo le diverse Autorità, Enti e territori interessati. L’obiettivo è l’accesso sostenibile dei lavoratori frontalieri garantendo un Park&Ride a Luino, vera stazione di cambio, di ‘posta’, snodo cruciale sui tracciati dell’alto Lago Maggiore e del Ceresio occidentale; sarà  fondamentale agire sulla armonizzazione dei tempi e delle modalità  dei servizi di trasporto, agevolando forme di trasporto collettivo organizzate e fidelizzate.

LE OPERE DEL PROGETTO
Allo stato dei fatti è stato approvato il progetto di fattibilità tecnica ed economica e affidata la progettazione definitiva ed esecutiva del parcheggio.
L’impianto a parcheggio è previsto in due aree con caratteristiche differenti: una a ridosso della città storica di Luino a servizio della mobilità dell’Alto Verbano prevede circa 180 posti auto, l’altra nell’area non più funzionale all’attività ferroviaria che si prevede flessibile nella numerosità di posti auto che passano da 240 nel periodo invernale a 125 nel periodo estivo e/o di eventi in favore di stalli per autobus turistici che si incrementano da 10 a 25 posti.
I due ambiti sono studiati come due differenti casi pilota di smart parking prevedendo così scenari per future applicazioni.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 Luglio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore