La Uyba recupera con Brescia tra difficoltà di formazione e voglia di fare punti

Si gioca mercoledì a Montichiari (20,30) con Musso in panchina al posto di Fenoglio. Busto spera di recuperare Piccinini e Stevanovic e di andare a segno sul campo di una Banca Valsabbina ancora senza vittorie

alessia gennari pallavolo uyba

Tempo di recupero in Serie A1 di pallavolo femminile: mercoledì sera, 21 ottobre (ore 20,30), il PalaGeorge di Montichiari ospiterà il recupero della 5a di campionato tra Brescia e Busto Arsizio, una gara slittata a causa della positività al Covid-19 di tre giocatrici e un tecnico bustocco (che poi si sono rivelati essere Piccinini, Poulter, Stevanovic e coach Marco Fenoglio).

La Unet-Ework è già tornata in campo, pur incompleta, perdendo in casa con la forte Scandicci e spera di recuperare almeno Piccinini e Stevanovic per l’incontro con la Banca Valsabbina: le due biancorosse hanno effettuato un tampone di controllo che, in caso di negatività (gli esiti non sono ancora arrivati), permetterebbe loro di scendere in campo a Montichiari. Certo, l’esperta schiacciatrice azzurra e la centrale serba non avranno molta benzina nel serbatoio, viste le due settimane di stop, ma potrebbero ugualmente allungare la rosa a disposizione di Marco Musso, promosso head coach perché Fenoglio sarà certamente assente fino almeno a giovedì.

Al di là del tampone invece, al PalaGeorge non ci sarà ugualmente Jordyn Poulter che è sempre infortunata, così la regia biancorossa verrà nuovamente affidata ad Asia Bonelli con la nuova arrivata Galletti pronta a subentrare. Per il resto, la Unet si schiererà con Mingardi opposto, Olivotto ed Herrera al centro e con Gennari e Gray in banda con Leonardi in maglia di libero. Le padrone di casa scenderanno in campo con la necessità di cancellare lo zero nella casella delle vittorie e muovere “l’uno” in quella dei punti in classifica: coach Mazzola dovrebbe partire con Bechis al palleggio e Decortes opposto, Veglia e Berti centrali, Angelina e Jasper schiacciatrici e Parlangeli libero.
Come si vede leggendo le formazioni, la gara tra Brescia e Uyba sarà ricca di “ex”: Oliveotto e Mingardi hanno giocato nella Millennium con la seconda che ha conquistato con le bresciane il titolo di top scorer dell’ultimo campionato; dall’altra parte della rete ci sono invece Berti,  Botezat e Angelina tra coloro che hanno già vestito il biancorosso. E c’è pure Federica Biganzoli, varesotta nata a Tradate e cresciuta nell’Orago.

«È un periodo difficile da gestire, anche per gli allenamenti: viviamo alla giornata e vediamo in quanti siamo in palestra – spiega Musso alla vigilia – Programmare è impossibile, ma le ragazze sono brave a venire sempre in palestra e a rimanere concentrate su quello che devono fare. Sarà un’altra gara difficile: Brescia è in difficoltà e sicuramente giocherà una partita per aggredirci dal primo all’ultimo punto. Noi siamo lì appena sopra di loro, è evidente che sarà un match complicato, dove sarà importante provare a metterci subito sopra nel punteggio. Stiamo riflettendo su ciò che non è andato con Scandicci, per farne tesoro, tenendoci come bagaglio invece ciò che abbiamo fatto bene».

Banca Valsabbina Millenium Brescia – Unet E-work Busto Arsizio

Brescia: 2 Sala, 3 Bechis, 4 Angelina, 6 Jasper, 7 Pericati, 9 Cvetnic, 10 Parlangeli (L), 11 Bridi, 12 Biganzoli, 14 Botezat, 15 Berti, 16 Veglia, 17 Decortes, 18 Nicoletti. All. Mazzola.
Busto A.: 3 Olivotto, 6 Gennari, 7 Bonelli, 8 Gray, 9 Leonardi (L), 11 Mingardi, 12 Piccinini, 13 Cucco, 14 Galletti, 15 Stevanovic, 17 Escamilla, 18 Bulovic, 23 Herrera Blanco. All. Musso.

SERIE A1 FEMMINILE
CLASSIFICA (dopo 6 giornate): Conegliano* 15; Scandicci 14; Trento 13*; Novara**, Cheri *9; Cuneo** 8; Firenze*, Monza** 7; Casalmaggiore 6; BUSTO A.**, Perugia 3; Brescia**, Bergamo* 1.
Ogni * = una partita in meno.

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 20 Ottobre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore