Al Monumento dei Punti Cardinali musica per l’ospedale di Angera

I gruppi consiliari di minoranza del Basso Verbano hanno organizzato un concerto di beneficenza per sabato 3 luglio. Ad esibirsi per l'Ondoli il Sestetto PFCC che eseguirà celebri colonne sonore

La nuova illuminazione al parco di Taino

Musica al Parco Comunale di Taino in sostegno dell’Ospedale Carlo Ondoli di Angera. I gruppi consigliari di minoranza di Taino, Angera, Sesto Calende e Golasecca, promotori nei mesi scorsi di una raccolta firme su una petizione indirizzata ad Attilio Fontana, hanno organizzato per sabato 3 luglio, ore 20:30, un concerto di beneficenza con l’obiettivo di un rilancio delle attività dell’ospedale.

A esibirsi nella suggestiva cornice del Monumento dei Punti Cardinali di Giò Pomodoro, Concerto parco taino 3 loghi (1)Concerto parco taino 3 loghi (1) – Piccola Formazione Con Contrabbasso – composto dai musicisti Elena Guarneri (Arpa e Voce), Clarissa Guarneri (Flauto e Voce), Gaia Leoni (Viola e Voce), Giuseppe Amoruso (Saxofono, Flauto e Voce), Alessandro Natto (Pianoforte) e Matteo Pallavera (Contrabbasso) che eseguiranno arrangiamenti tratti da celebri colonne sonore e da famosi brani musicali.

L’ingresso è ad offerta libera, il denaro raccolto verrà utilizzato per l’acquisto di presidi ospedalieri necessari all’ospedale di Angera.

di
Pubblicato il 23 Giugno 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.