Covi, Chirico e la Eolo-Kometa puntano al Giro dell’Appennino

Il tainese, secondo nel 2020, punta a riprovarci; il valceresino è in buona condizione mentre la squadra di Basso e Contador schiera quattro spagnoli al via. Si corre giovedì 24

alessandro covi giro dell'appennino foto Team UAE - Bettini

In attesa che il Tour de France prenda il via – sabato 26 la Gran Depart da Brest – il calendario del ciclismo italiano propone un’interessante e antica classica giunta alla sua 82a edizione: il Giro dell’Appennino.

La corsa in linea ligure si disputerà giovedì 24 giugno con partenza da Pasturana e arrivo a Genova dopo 192 chilometri e una serie di saliscendi sulle alture dell’entroterra ligure. Un percorso intrigante che nelle passate edizioni ha premiato spesso e volentieri campioni di primissimo piano, italiani e stranieri.

Un appuntamento atteso da tanti anche questa volta, a partire dal tainese Alessandro Covi che sul traguardo di Genova ha sfiorato il primo successo da “pro” nel 2020, secondo in volata alle spalle del britannico Ethan Hayter. Covi (foto in alto sul podio 2020 – UAE/Bettini) è uscito in ottima condizione dal Giro dove ha sfiorato due vittorie di tappa, ha la gamba buona e ha recuperato da qualche intoppo di salute che lo ha limitato al campionato italiano di domenica scorsa: «Ci riprovo e spero (dice ridendo) di fare meglio dell’anno scorso. Scherzi a parte sto bene, sono carico e contento di partecipare sia all’Appennino sia al GP Lugano di domenica prossima».

Il suo UAE Team Emirates sarà una delle formazioni di riferimento, potendo presentare corridori del calibro di Ulissi, Trentin e dell’astro nascente Ayuso, 18enne che ha appena vinto il Giro Baby. Con Covi in gruppo ci sarà anche un secondo varesino, Luca Chirico, con i colori della Androni Giocattoli-Sidermec: il corridore di Porto Ceresio ha nelle gambe diversi giorni di corsa nell’ultimo periodo, si è fatto notare all’Adriatica Ionica (12° assoluto, secondo dei suoi) e ha intenzione di farsi valere su un tracciato abbastanza adatto alle sue qualità.

E poi all’Appennino torna in corsa la Eolo-Kometa dopo la “sbornia” delle tre vittorie in due giorni tra Adriatica Ionica (tappa e classifica per Fortunato) e Ungheria (titolo nazionale a cronometro per Fetter). Ripreso il fiato, la formazione di Basso e Contador riparte dalla Liguria dove schiererà una compagine a trazione spagnola vista la presenza di Sergio Garcia, Arturo Gravalos, Alejandro Ropero e Diego Pablo Sevilla. Con loro anche un terzetto azzurro formato da Davide Bais, Mattia Frapporti e da Luca Wackermann che ha già recuperato dopo la caduta all’Adriatica Ionica.

Damiano Franzetti
damiano.franzetti@varesenews.it

VareseNews è da anni una realtà editoriale, culturale e sociale fondamentale per il territorio. Ora hai uno strumento per sostenerci: unisciti alla membership, diventa uno di noi.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 23 Giugno 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.