La Finanza sequestra a Chiasso un Rolex e gioielli per oltre 40 mila euro

La Finanza lariana pizzica due viaggiatori che non avevano dichiarato oggetti di valore al momento dell'ingresso in Italia

Generica 2020

Rolex e franchi svizzeri senza dichiarare. Risultato: sequestro e confisca di orologio e gioielli.

Nnei giorni scorsi, militari del Gruppo Ponte Chiasso della Guardia di Finanza, in servizio di vigilanza doganale per il contrasto al fenomeno del contrabbando e degli illeciti valutari, hanno sottoposto a controllo un cittadino italiano proveniente dalla Svizzera, che cercava di introdurre, nel territorio dello Stato, un Rolex Daytona dal valore di 31.000 franchi svizzeri (pari a 28.400 euro), senza aver assolto le obbligazioni doganali che prevedono il pagamento di un dazio per l’importazione e la liquidazione dell’IVA.

Inoltre, i controlli effettuati dai militari nella zona di vigilanza doganale terrestre hanno permesso di rinvenire, nei confronti di un altro cittadino italiano proveniente dalla Confederazione Elvetica, numerosi monili quali collane, bracciali, anelli, orecchini e ciondoli, sprovvisti di qualsivoglia documentazione atta a dimostrare l’adempimento degli obblighi doganali per un valore presunto di circa 15.000 euro.

Per questi motivi i militari hanno proceduto al sequestro, finalizzato alla confisca, degli oggetti preziosi essendosi, in entrambi i casi, configurata la fattispecie di contrabbando prevista dall’art. 292 del T.U.L.D., oltre all’evasione dell’IVA all’importazione ex art. 70 del D.P.R. 633/72.
A seguito dei successivi accertamenti effettuati dai Funzionari dell’Agenzia delle Accise, Dogane e Monopoli – Ufficio di Como – Ponte Chiasso, l’ammontare complessivo dei diritti di confine evasi, a titolo di dazio ed IVA, è stato quantificato in 6.186,35 euro per il solo orologio. Si è in attesa della perizia, finalizzata a determinarne l’effettivo valore, invece, per il calcolo dei diritti relativi ai gioielli.

L’attività di servizio esperita si inquadra in un più ampio e costante dispositivo di prevenzione posto in essere da Guardia di Finanza e Agenzia ADM presso i valichi di confine, a presidio della legalità e per il contrasto al fenomeno del contrabbando.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 11 Giugno 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.