A scuola di funghi nelle valli del Luinese, lezioni “sul campo“ all’alpe Giani di Dumenza

È il Centro studi micologici fondazione A.Beltrami. Una piccola “full immersion" nel pianeta fungo, con lezioni nel bosco per riconoscere le piante giuste

Porcini in Valceresio - foto di Andrea Betti

Finisce agosto e comincia il momento magico per gli appassionati di funghi. E per imparare a cercarli, trovarli e soprattutto riconoscerli c’è un luogo in provincia di Varese che da anni è punto di riferimento per questa attività e che consente di assistere a lezioni “sul campo“ essendo nel cuore dei boschi del Luinese, a Dumenza per l’esattezza.

Di seguito i due appuntamenti con le indicazioni tecniche delle giornate, la seconda delle quali prevede anche una mostra micologica e una “festa del fungo

Domenica 22 agosto
Centro studi micologici Fondazione A.Beltrami
Alpe Giani – Dumenza

Dott. Agr. Valerio Montonati Fondazione Aurelio Beltrami

ore 10.00 Introduzione (all’aperto) al mondo dei funghi e successiva escursione, in sicurezza, nei
boschi circostanti raccolta e riconoscimento principali specie eduli e non eduli
ore 12.45 camminata verso il rifugio “Dumenza” all’alpe Bovis (o Bois) – pranzo libero
Per la partecipazione all’evento occorre prenotarsi presso il relatore Dott. Valerio Montonati scrivendo una e_mail al seguente indirizzo di posta elettronica e lasciando un recapito telefonico per essere ricontattati : valerio.montonati@gmail.com.

Domenica 3 ottobre
Centro studi micologici Fondazione A.Beltrami – Centro culturale Prealpino, Rifugio Dumenza
Festa del Fungo – Mostra Micologica 

Dott. Agr. Valerio Montonati Fondazione Aurelio Beltrami

ore 10.00 c.a. Introduzione al mondo dei funghi e presentazione mostra micologica – Escursione culturale micologica
ore 12.30 c.a. Pranzo libero

Eventuali ulteriori seminari / escursioni culturali e/o micologiche a cura del Cai di Luino e di altri gruppi/associazioni locali verranno presentate successivamente.

Per raggiungere il centro : seguire le tappe : Luino – Dumenza – fraz. Due Cossani – bivio per Pradecolo (presso cappelletta votiva) – prima del convento benedettino SS. Trinità, presso cabina enel / sbarra
che chiude pista forestale, imboccare pista forestale sterrata e proseguire per 400 m. c.a. fino al centro micologico che è lato strada presso l’alpe Giani.

Nota bene
1 – per l’escursione occorre essere attrezzati con pantaloni lunghi (riduce la probabilità di morsi di zecche dei cervi, che sono molto diffusi in zona, e la possibilità di contrarre la malattia di Lyme), scarponi, bastone, cesto o retina forata o zaino apposito per raccolta funghi, coltellino per prima pulizia dei funghi nel bosco.
n.b. anche in caso di bel tempo si consiglia di portare una giacca a vento trovandosi in montagna dove il tempo può sempre cambiare repentinamente.

2 – presso il rifugio “Dumenza”, di proprietà del comune di Dumenza e dato in gestione a Luca Della Fontana, è possibile acquistare dei panini imbottiti o pranzare con un piatto caldo telefonando, per prenotare, al gestore Luca, al cellulare : 335 – 6696483

3 – proseguendo fino alla loc. Pradecolo si incontra un altro rifugio “Campiglio” dove funziona un ristorante

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 10 Agosto 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.