Rescaldina, M5S: «Boschi degradati per spaccio e abbandono rifiuti»

Il M5S di Rescaldina sottolinea la necessità di prendere coscienza del problema: «Prima ammettiamo che c'è un problema, bello grosso, prima lo risolviamo»

boschi rescaldina

Mentre prende forma il progetto per dare una nuova vita ai locali che una volta ospitavano la biglietteria della stazione di Rescaldina, la situazione dei boschi, che della stazione sono “vicini di casa”, torna a far discutere la politica cittadina. Il polmone verde è infatti da anni al centro di episodi di cronaca legati da un lato all’abbandono dei rifiuti e dall’altro al consumo e allo spaccio di sostanze stupefacenti, tanto che proprio sul contrasto all’abuso di droghe si basa uno dei progetti su cui è stata incardinata la “rinascita” dei locali dove anni fa pendolari e viaggiatori potevano acquistare i biglietti del treno. E proprio contro le condizioni in cui versa il Bosco del Rugareto punta il dito il Movimento 5 Stelle.

«I nostri boschi sono degradati per la presenza di spacciatori che ha oramai superato ogni ragionevole livello di guardia e per tutta la clientela di disperati a cui gli spacciatori si rivolgono – è la denuncia che arriva dai pentastellati -. Sono degradati perché cittadini incivili li usano come discarica di ogni genere di rifiuto. Sono degradati perché fino ad ora le istituzioni che dovrebbero tutelarli non sono ancora riuscite a risolvere il problema. Questi sono dati di fatto, non polemiche, attacchi o supposizioni. Nel documento di programmazione si parla dei nostri boschi come di qualcosa da migliorare, lasciando intendere che lo stato sia buono e si voglia salire di livello: se si utilizzano queste occasioni come momenti di propaganda e non di reale presa di coscienza dei problemi reali, non è possibile risolvere alcunché, come infatti succede. Prima ammettiamo che c’è un problema, bello grosso, prima lo risolviamo».

boschi rescaldina

leda.mocchetti@legnanonews.com
Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 03 Ottobre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.