Aumentano i casi di bronchiolite sinciziale, l’ospedale Del Ponte in prima linea

Lo spiega il professor Massimo Agosti. Dalla metà di ottobre, sono 134 i bambini affetti da questa malattia transitati per il Pronto Soccorso Pediatrico, 76 dei quali sono stati ricoverati

Ospedale del ponte

I reparti pediatrici dell’Ospedale Del Ponte di Varese sono impegnati in prima linea per garantire le cure necessarie ai numerosi casi di bronchiolite sinciziale diffusa tra i bambini.

«Da alcune settimane assistiamo ad un crescente accesso di bambini piccoli e piccolissimi al nostro Pronto Soccorso Pediatrico con sintomi riconducibili ad un particolare tipo di pneumovirus che può scatenare una forma severa di infezione dei bronchioli – spiega il professor Massimo Agosti, Direttore del Dipartimento Donna e Bambino, oltre che della Pediatria e della Neonatologia e TIN – Alcuni di loro necessitano di ricovero in Pediatria o addirittura in Terapia Intensiva. Oggi i piccoli pazienti ospitati al Del Ponte per questa patologia sono 15 di cui un terzo in Terapia Intensiva Neonatale (TIN) e in Terapia Intensiva Pediatrica (TIP). Dalla metà di ottobre, sono 134 i bambini affetti da questa malattia transitati per il Pronto Soccorso Pediatrico, 76 dei quali sono stati ricoverati. In particolare, 16 i pazienti ricoverati in TIP nello stesso periodo, di cui 5 provenienti da aree esterne al territorio della nostra ASST. E’ evidente che si tratta di uno sforzo organizzativo, e non solo clinico, molto importante, a partire da Pronto Soccorso Pediatrico».


«Questo tipo di bronchiolite non è una nuova malattia – precisa Agosti – ma quest’anno è arrivata prima del solito e si sta manifestando con maggior forza. Nei bambini sotto l’anno e mezzo di età può richiedere il ricovero. E’ importante quindi che i genitori prestino molta attenzione a ridurre il rischio di contagio, evitando di frequentare ambienti chiusi e affollati, come del resto necessario anche per evitare il contagio da covid». 
«L’Ospedale Del Ponte di Varese, da Polo Pediatrico qual è,  sta svolgendo un ruolo fondamentale non solo per il nostro territorio, ma per tutta la rete pediatrica regionale – sottolinea Lorenzo Maffioli, Direttore Sanitario dell’ASST Sette Laghi – Il personale dei reparti di Pronto Soccorso Pediatrico, Pediatria, Terapia Intensiva Pediatrica e Terapia Intensiva Neonatale ha dimostrato e sta dimostrando di essere davvero un’eccellenza».
Particolarmente preziosa si sta rivelando in questo contesto la Terapia Intensiva Pediatrica, inaugurata lo scorso 3 luglio.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 25 Novembre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.