michele canters

  • Vive a LEGGIUNO VA

I miei commenti (231)

  1. Ho avuto il privilegio di viverla in prima persona ed è impossibile dimenticarla! Abitavo all’epoca a Varese, rione di S.Ambrogio che è leggermente più alto del centro città e i cm misurati alla fine dei 3 giorni e 3 notti di neve farinosa e continua, erano circa 140! Il 4^ giorno, con la ricomparsa del sole, il paesaggio era meraviglioso, fiabesco e vi era come la sensazione di vivere un “day after”! Purtroppo pensare oggi ad una cosa simile è pura fantascienza con lo stravolgimento del clima a livello mondiale!

    in 1985, la nevicata del secolo

    13 gennaio 2020 alle 17:17
  2. Mi spiace tantissimo che se ne sia andato un ragazzo straordinario ed umile come il grande Pietruzzo! Ero solo adolescente quando ebbi il privilegio e l’onore di assistere alla partita delle partite del Varese con la Juve, vinta, anzi, stravinta con un’umiliante 5-0! E Pietro fu l’eroe di quel match, appunto con 3 gol bellissimi. Con il mitico Peo è stato e sarà per sempre l’emblema del grande Calcio a Varese! Ciao grande Pietro, te ne sei andato troppo presto, uomini come te, con la U maiuscola sono sempre più rari! Le mie sentitissime condoglianze alla famiglia.

    in È morto Pietro Anastasi, il simbolo del Varese Calcio più bello

    18 gennaio 2020 alle 10:13
  3. Trovo che sia una vergogna non onorare la memoria di questo grande campione e uomo sui campi di calcio con un minuto di raccoglimento! Juve e Inter a parte, che lo faranno, tutte le altre squadre ignoreranno quanto il nostro (perché è “nostro” e lo sarà per sempre grazie a Borghi) Petruzzu sia stato importante e d’esempio per tanti, troppi giocatori che, in particolare oggi, si sentono dei semidei e non conoscono cosa significhi l’umiltà e l’abnegazione! Ciao grande Pietro!

    in Il lungo saluto a Pietro Anastasi, tra ricordi e aneddoti di un campione vero

    19 gennaio 2020 alle 9:59
  4. Appoggio in toto la proposta del Sig. Mattia. Sarebbe il minimo per un personaggio che ha segnato (in tutti i sensi…) uno dei periodi più belli ed indimenticabili del Varese Calcio. Pietruzzu è stato un grande, dentro e fuori dal campo e dovrebbe essere preso ad esempio per i ragazzi di oggi, viziati, arroganti e con uno spirito di abnegazione inesistente. Saluti.

    in Il nome di Anastasi accanto a quello di Franco Ossola

    21 gennaio 2020 alle 21:50
  5. Un grande, grandissimo “in bocca al lupo” ad una persona ed un giocatore speciale che ha lasciato un bellissimo ricordo nei nostri cuori! Forza Leo, e torna più forte di prima!

    in “Leo non mollare”: da Busto a Varese il sostegno a Pavoletti

    15 febbraio 2020 alle 11:10
  6. Augurare tutti i possibili insuccessi a certi personaggi non serve, perché già loro stessi sono un insuccesso costante e cronico, con senza dubbio, Imborgia in testa, principale artefice di una disfatta che grida vendetta! Riguardo poi i cosiddetti “pseudotifosi” del Varese che entrano a metà ripresa solo per dire cavolate, beh, ogni commento è superfluo. Non sono certamente loro l’emblema del Varese e non lo saranno mai!

    in Varese, game over: la retrocessione è realtà

    3 maggio 2015 alle 8:48

Foto dei lettori (0)

Notizie (0)

Lettere (0)

Auguri (0)

Viaggi (0)

Nascite (0)

Matrimoni (0)