Meningite: medici di base in prima linea per rassicurare la popolazione

Varese - Il monitoraggio dell'Azienda sanitaria non lascia dubbi: non c'è un picco epidemico

In relazione agli ultimi casi di meningite registrati in Lombardia, l’Azienda sanitaria locale della provincia di Varese ha effettuato una indagine epidemiologica al fine di conoscere la distribuzione dei casi di meningite tra i propri cittadini. Dall’indagine emerge che l’incidenza di tale patologia nella provincia di Varese è sovrapponibile a quanto osservato a livello regionale e nazionale, senza evidenza, allo stato attuale, di preoccupanti incrementi. «Si tratta di un monitoraggio che effettuiamo normalmente -spiega la dottoressa Negrelli del dipartimento di Prevenzione – e che in questo periodo ci è tornato utile per dimostrare che il trend è assolutamente nella nota».
Per rispondere alle richieste di informazioni provenienti dalla popolazione allarmata, l’Azienda sanitaria locale della provincia di Varese ha provveduto a dar corso ad una serie di iniziative, tra le quali l’invio di una nota informativa a tutti i medici di Medicina generale e Pediatri di libera scelta, che si sono dimostrati attenti e sensibili sull’argomento. Sono state anche programmate delle riunioni di coordinamento con i responsabili delle Aree distrettuali dell’Azienda sanitaria locale

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 gennaio 2003
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.