Una nuova strada per aiutare il centro di Abbiate Guazzone

È la nuova proposta del circolo cittadino di Alleanza Nazionale che propone di demolire alcuni stabili abbandonati tra via Dante e via Galli

Una strada per far diminuire il traffico nel centro di Abbiate Guazzone. È la proposta che avanza il circolo tradatese di Alleanza Nazionale che ipotizza la costruzione di una strada di collegamento tra Via dante e Via Galli che corra parallelamente a Via Vittorio Veneto (strada che tra l’altro a breve dovrà essere chiusa al traffico perché andranno rifatte le fognature e tutto il manto).
«Abbiamo molto a cuore il problema del recupero di Abbiate – spiegano dal Circolo tradatese – Sarebbe certamente importante, anzi doveroso rivalutarne il centro storico, ripensandone anche l’aspetto commerciale nonché quello viabilistico. Per questo motivo un’idea certamente innovativa sta emergendo».
Secondo Alleanza Nazionale «il vantaggio dell’ipotesi sta nel fatto che potenzialmente esiste già un luogo fisico dove fare passare questa zona senza creare disagi a nessun cittadino». Il gruppo politico di maggioranza si riferisce a un’area molto vasta, da anni (più precisamente dal 1994) soggetta a un piano di recupero e attualmente in disuso.
«Da quanto ci è dato sapere – dichiara il Presidente del Circolo Gianfranco Bollini – i proprietari hanno stipulato una Convenzione con l’Amministrazione Comunale nel 1997. L’Amministrazione di allora, così come quella attuale ha dimostrato la massima disponibilità, accelerando il più possibile sui tempi tecnici dopo la presentazione del progetto, che è arrivata solo nel settembre 2000. Purtroppo da allora nessun passo avanti è stato fatto».
«È oggettivamente molto brutto avere uno spazio così grande in pieno centro abbandonato al suo destino – conclude Bollini – Dunque ecco l’idea: se come potrebbe sembrare non c’è interesse a recuperare l’area, allora recuperiamola alla municipalità, costruendo una strada di collegamento con marciapiedi e verde lateralmente che snellisca il traffico e che riqualifichi una zona che così non deve assolutamente rimanere. Tralasciamo di segnalare l’ovvio beneficio che la circolazione ne avrebbe, anche perché la nuova strada sbucherebbe in prossimità delle scuola di Via Dante rendendo più agevole e sicuro il suo raggiungimento da parte degli alunni».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 gennaio 2003
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.