Un minuto di silenzio per Fabrizio Quattrocchi

Il consiglio comunale ha ricordato quanto avvenuto in Iraq

Il consiglio comunale ha ricordato l’uccisione di Fabrizio Quattrocchi, il giovare italiano che ha perso la vita in Iraq durante la scorsa settimana. A inizio seduta, venerdì sera, il presidente del consiglio comunale, Vito Pipolo, ha dato lettura a un comunicato. «Non voglio addentrarmi in una discussione politica su questa vicenda; ma solo ed esclusivamente voglio esprimere a nome e per conto della comunità tradatese il cordoglio e la solidarietà alla famiglia di Fabrizio Quattrocchi così come a tutti coloro che gli sono stati vicini e che lo hanno conosciuto – ha letto Pipolo -. Pur tenendo presente e non volendo giudicare, ne tanto meno dare affrettati giudizi o pensare a facili soluzioni al dramma iracheno, in cui siamo coinvolti direttamente, vorrei far mio quanto affermato dal Santo Padre e riportato dal Corriere della Sera del 11 u.s. dove sinteticamente affermava. “L’ opera delle istituzioni nazionali ed internazionali affretti la realizzazione di un ordinamento mondiale più giusto e più pacifico …bisogna opporsi in modo solidale ed efficace al disumano terrorismo. In virtù di questa ultima nostra tragedia vi invito, ancora una volta, ad un minuto di raccoglimento e solidarietà per Fabrizio Quattrocchi e per tutte le vittime del terrorismo».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 aprile 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.