La conciliazione della Camera di Commercio per il turismo

Continuano gli approfondimenti di questo strumento per risolvere in modo facile ed economico le controversie

Cosa si può fare in caso di vacanza rovinata?

Una possibile soluzione viene dal servizio di Conciliazione della Camera di Commercio, al quale ci si può rivolgere per risolvere una controversia con l’agenzia di viaggi, il tour operator o la compagnia aerea che non hanno soddisfatto l’aspettativa per il servizio offerto.

 

Presentando una domanda di conciliazione tramite la Camera di Commercio, infatti, si attiva una procedura veloce, snella ed economica, che consente di trovare un accordo su base volontaria ed una possibile soluzione alle controversie, senza intraprendere inutili e costose lungaggini burocratiche.

 

Con l’aiuto di un conciliatore, terzo neutrale, le parti possono trovare un punto di incontro soddisfacente per entrambe sottoscrivendo poi un accordo, che assume valore contrattuale.

I costi del servizio sono contenuti e proporzionali al valore della lite: ad esempio, per un valore fino a 1000 euro le parti versano 40 euro ciascuna. 

Ulteriori informazioni: Servizio di Conciliazione tel. 0332/295.311 e-mail: regolazione.mercato@va.camcom.it

L’argomento di domani:
La conciliazione della Camera di Commercio per la subfornitura

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 ottobre 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.