Tutto il Carnevale che c’è

Una panoramica sugli eventi della Provincia per rendere giustizia alla festa più scanzonata dell'anno

Semel in anno licet insanire: un soffio di latino per dare il via ai giorni più divertenti e scanzonati dell’anno, quelli del Carnevale. Come ogni anno in tutta la provincia sono molteplici le iniziative organizzate per festeggiare questa ricorrenza. Si va dalle tradizionali sfilate dei carri allegorici ai premi per le maschere più belle, senza dimenticare che questo periodo è di festa anche per i golosi. Tra l’altro il Varesotto gode, in un certo senso, di una posizione privilegiata: qui il Carnevale è "doppio" visto che nelle Valli del nord inserite nella diocesi di Como si festeggia con rito romano (si concluderà martedì 28) mentre in tutte le altre località è in vigore quello ambrosiano che protrarrà la festa sino a sabato 4 marzo.

Nei due centri più importanti, Varese e Busto, grazie alla collaborazione della Famiglia Bosina e di quella Sinaghina, saranno allestite manifestazioni carnevalesche che prevedono un piatto ricco e variegato di proposte.

A Varese è inoltre doveroso ricordare l’iniziativa del circolo "La Castellanza" di Bosto dove sarà possibile mescolare maschere e teatro. Sabato 4 marzo toccherà infatti alla compagnia "I Plateali" esibirsi in un match di improvvisazione teatrale, ideale seguito al banchetto che prenderà il via alle ore 19.

Tra i primi a salire sui carri ci sono i paesi di Valceresio e Valganna.
A Ponte Tresa il "Carnevale Trescano si aprirà sabato 25 con la cerimonia del “Fuoco alle caldaie delle Loro Maestà Re Guzz e la Regina Piota” e durerà sino al martedì grasso. Sfilate anche a Porto Ceresio (domenica 26 con tanto di bande musicali), Clivio e Induno
Besano festeggierà sabato 4 con la sfilata e le proposte gastronomiche degli Alpini. Anche ad Arcisate i coriandoli voleranno sabato prossimo nel corso della sfilata.

Nella zona del Lago Maggiore molte le iniziative in programma.
Si inizierà sabato a Cuveglio, uno dei Carnevali più vissuti, che negli ultimi anni è molto cresciuto. Numerose le manifestazioni previste tra Laveno e Mombello. La prima è prevista per giovedì, alle 14.00, con la 41° edizione della "Mascherina d’Oro", presso il Moulin Rouge. Saranno premiate le più belle ed originali mascherine sino ai 14 anni, la più bella mascherina al femminile, quella maschile e la coppia o gruppo. Alle 21.00 sfilata di carri allegoriciche, alle 22.00, sarà illuminata da uno spettacolo pirotecnico del carnevale sul lago. Dalle 19.00 in piazza Caduti del Lavoro sarà attivo un banco gastronomico. Sabato alle 12.00 momenti di gastronomia in varie parti di Laveno e di Mombello: a Laveno sarà possibile pranzare in piazza Caduti del Lavoro, Al Circolo 0005, alla chiesa del ponte . A Mombello sul piazzale antistante la Chiesa in piazza Santo Stefano e al Centro Sociale ‘Il Senso della Vita’. Alle ore 14.00 lancio di parapendii con fumogeni e coriandoli a cura del parapendio club Laveno, con arrivo al Gaggetto. Contemporaneamente prenderà il via la sfilata dei carri e dei gruppi mascherati, con ritrovo in via Sangiano a Mombello. Alle 15.00 è previsto l’arrivo per le vie di Laveno. A seguire premiazione in piazza Matteotti (sul lungo lago). L’evento più caratteristico resta però l’atteso discorso del Bortolo alla sua popolazione, previsto alle 16.00 in Piazza Santo Stefano di Mombello. Alle 16.15 il processo al Bortolo e la condanna al rogo.  Alle ore 21.00 al Moulin Rouge veglione mascherato.

Ranco propone fin da questo sabato un’iniziativa per insegnare ai bambini come travestirsi mentre il 4 marzo ci saranno le iniziative di Luino, Germignaga e Maccagno.

A Gavirate toccherà alla banda "Stunàa" di Sesto Calende accompagnare la sfilata dei carri di sabato 26. Tra sette giorni le maschere invaderanno invece le vie di Besozzo e Ispra.

Alle porte di Varese eccoci a Gazzada e dintorni. Lozza propone questa sera, venerdì 24, la festa a tema "Fabbrica di cioccolato". A Bodio domenica 26 saranno coinvolti gli anziani ospiti di Villa Puricelli. Passeggiata tra Gazzada e Schianno giovedì 2 che si concluderà con un appuntamento ghiotto a base di polenta.

A Gallarate ci attende un Carnevale denso di appuntamenti e decisamente fuori dagli schemi: il tradizionale Gallcarnival si aprirà infatti sabato 25 febbraio con una mostra sulle maschere più illustri del carnevale italiano, nella sede della Pro loco di via Gambero. Domenica tutta dedicata ai bambini con l’iniziativa ‘Coriandoli!’, negli oratori cittadini, mentre lunedì e martedì saranno all’insegna del teatro con due divertenti spettacoli. Dopo il "clou" del giovedì grasso, con tanto di cena rustica e ballo mascherato, gran finale sabato 4 marzo con la grande festa in piazza in compagnia di Re Risotto e la sua corte,  messa a punto dalla Pro Loco in collaborazione con Il Melo e gli oratori cittadini. Se poi vi trovate nel Gallaratese e siete in cerca di buona musica, non potete perdervi il veglione di Carnevale con i Modena Ciry Ramblers, al Nautilus di Cardano al Campo.

Ricchissimo infine il piatto proposto a Saronno, Tradate e Malnate.

Naturalmente le proposte che vi abbiamo presentato non esuriscono tutti gli eventi della Provincia: segnalateci il vostro Carnevale a redazione@varesenews.it.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 24 febbraio 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.