Dichiarazione dei redditi gratis e veloce. Lo Stato si allea con il contribuente

Compilazione e spedizione telematica del Modello Unico persone fisiche gratuita.L'iniziativa è dell'Agenzia delle entrate.Ci si puo'prenotare anche via Internet

Iva, 730, irpef, irap, modello unico. Basta evocare una sola di queste parole per far venire i capelli bianchi a qualsiasi persona. Se poi si vuole far trasalire anche il più tranquillo dei contribuenti, è sufficiente la lettura delle istruzioni allegate ai vari modelli per la dichiarazione dei redditi. Eppure, negli ultimi anni, il rapporto tra cittadino e pubblica amministrazione è cambiato molto, soprattutto quando si parla di tasse. Quella distanza così evidente e stridente tra lo Stato “principe incassatore” e il cittadino “vassallo contribuente” si è ridotta notevolmente grazie a leggi meno vessatorie, al cambio di passo imposto dall’informatica e anche, perché no, ad un ricambio generazionale tra le fila dei dirigenti e funzionari.

La riprova che il clima è cambiato è data dall’iniziativa dell’Agenzia dell’entrate. Lo slogan utilizzato dall’Ufficio di Gavirate nella locandina pubblicitaria è immediato: “Dichiarazione dei redditi gratis e veloce”.  Un servizio, completamente gratuito, di compilazione e trasmissione telematica del Modello Unico per le persone fisiche, compresa la compilazione della distinta di versamento, ovvero il modello F24. E dulcis in fundo la possibilità di prenotarsi on line connettendosi al sito www.agenziaentrate.gov.it o telefonando direttamente all’ufficio (0332 – 743318 interno 26). Per i disabili o anziani in grave difficoltà è prevista l’assistenza a domicilio.

Consulenti e commercialisti possono dormire sonni tranquilli perché l’iniziativa non pesta i piedi a nessuno, come spiega  Anna Rosa Dipace, direttore dell’Ufficio di Gavirate: «Noi forniamo questo servizio di assistenza alle persone fisiche che in genere non rientrano nel mercato dei commercialisti e dei consulenti. I vantaggi per i cittadini sono tanti: hanno l’assistenza qualificata e gratuita dei nostri funzionari, non si devono leggere le istruzioni, non devono fare calcoli e non devono compilarsi la dichiarazione. Inoltre il modello viene trasmesso subito senza errori formali».

L’ iniziativa è vantaggiosa anche per l’Agenzia delle entrate: «In questo modo – continua la Dipace – noi disponiamo immediatamente dei dati delle dichiarazioni, evitiamo di inserire nell’archivio informato input che possono essere formalmente non corretti e non dobbiamo corrispondere alle banche o alla Posta compensi per il servizio di trasmissione delle dichiarazioni. Insomma un guadagno per entrambi».
 «Noi copriamo un territorio piuttosto vasto – aggiunge Aldo Rabita (foto sopra), capoarea servizi – e paghiamo lo scotto di essere vicini a Varese e a Milano. Però è anche vero che molti milanesi, che vengono qui in villeggiatura, prenotano da noi perché le file e le liste di attesa sono più sopportabili. La nuova impostazione del rapporto tra fisco e contribuente, che gli anglosassoni hanno ben sintetizzato con l’espressione tax compliance, nel nostro ufficio è una realtà. Il problema è solo culturale e ci vuole del tempo per superarlo».

Nella nuova sede dell’Agenzia in via Don Luigi Crosta a Gavirate si respira un’aria di efficienza. Ci lavorano 35 persone, anche se ne servirebbero molte di più. In questi anni, il blocco delle assunzioni è stato aggirato con i contratti di formazione lavoro e l’ufficio ha fatto un grosso sforzo di formazione, su una materia complessa e in continua evoluzione: «Qui non si bivacca e anche se le risorse sono limitate noi cerchiamo di ottimizzarle. Ognuno deve fare il suo» dice il funzionario Camillo Ossola.
Le promesse fatte ai contribuenti sono “debiti”, ma l’agenzia di Gavirate si è posta un obiettivo importante e non lo nasconde: liquidare tutti i rimborsi di imposta, che sono più di quattromila, fino all’anno 2000.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 giugno 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.