Nasce la nuova “casa dei nonni”

La Fondazione Casa di Soggiorno e Riposo Longhi Pianezza presenta i nuovi servizi dedicati agli anziani: cinque mini alloggi e un centro diurno

Una casa di ringhiera nel cuore del paese (in foto, scorcio dal cortile interno), completamente rinnovata e rimodernata, diventa la sede di una struttura residenziale tutta destinata agli anziani: il nuovo centro della Fondazione Longhi Pianezza in via Libertà 19 è un traguardo importante per la comunità, che garantisce alle persone anziane autosufficienti ma con qualche difficoltà un ambiente protetto e collegato alla rete di servizi sanitari e socio-assistenziali del territorio. Frutto di una donazione della famiglia Pianezza di Casalzuigno, in precedenza affittato a privati, l’edificio è stato da poco ristrutturato: un milione e duecentocinquantamila euro il costo totale dell’opera, di cui ottocentomila euro provenienti dalla Regione Lombardia, che ha riconosciuto l’utilità sociale del progetto, e quattrocentocinquantamila dalla Fondazione. 

Due i servizi, distinti ma complementari, presentati stamattina da Manolo Marzaro (al centro in foto) e da Patrizia Salvemini (a destra), rispettivamente presidente e dirigente generale della Fondazione Longhi Pianezza, alla presenza del sindaco di Casalzuigno, Angela Viola (a sinistra in foto): innanzitutto cinque mini alloggi protetti, arredati e di metratura compresa tra i 38 e i 45 metri quadrati, con un soggiorno completo di angolo cottura, camera da letto, bagno utilizzabile anche da persone con ridotte capacità motorie; ogni appartamento ospita al massimo due persone, quindi nel centro potranno abitare in totale dieci anziani. «Il nostro obiettivo – spiega Manolo Marzaro – è offrire un ambiente confortevole in cui le persone anziane ma autosufficienti possano mantenere la propria autonomia il più a lungo possibile».
Particolare cura è destinata alla sicurezza: gli appartamenti sono tutti arredati con materiale ignifugo, la cucina è ad alimentazione elettrica, ci sono videocitofoni, antincendio e possibilità di chiamata di servizio e di emergenza; la retta mensile, che comprende riscaldamento, elettricità, acqua, servizio di tele-soccorso 24 ore al giorno, pulizie condominiali, pulizia dell’appartamento due volte la settimana, fornitura e lavaggio settimanale della biancheria piana (bagno e letto), è di 750 euro per una persona e di 850 euro per due persone.

Nello stesso centro, ma inteso come un servizio a sé, c’è il centro diurno integrato: qui gli anziani possono trascorrere la giornata in un ambiente familiare, partecipando alle diverse attività proposte (uscite, gite, lettura, musica e canto, laboratori creativi e cognitivi) e usufruire dell’assistenza sanitaria; nei giorni di apertura (tutto l’anno dal lunedì al venerdì, esclusi i festivi, dalle ore 9 alle 17) sarà disponibile un’infermiera e per alcune ore alla settimana un medico e una fisioterapista. La retta giornaliera del Centro diurno, che ospita fino a dodoci persone, è di 22 euro; gli ospiti dei mini alloggi possono usufruire del centro pagando una quota a parte.  

Per informazioni: Fondazione Longhi Pianezza Onlus
Tel. 0332/650061, www.casadiriposolonghipianezza.it, e-mail longhipianezza.onlus@tele2.it.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 giugno 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore