Universauser e CoopLombardia sul Cammino di Santiago

Venerdì 24 ottobre ore 21 proiezione di immagini e ascolto di musica medioevale riprodotta dagli studenti dell’Università di Santiago

Universauser in collaborazione con CoopLombardia organizza l’incontro "Tra pietre e stelle sul cammino di Santiago". Relatore Gualtiero Gualtieri. Venerdì 24 ottobre ore 21 proiezione di immagini e ascolto di musica medioevale riprodotta dagli studenti dell’Università di Santiago. Appuntamento nello spazio ScopriCoop 1° piano Via Daverio 44 – Varese.
“Passati i ghiacci, i pantani e gli uragani, i monti, i tratturi e le gole stregate, la grande avventura è terminata: il pellegrino che fin qui ha seguito il corso del sole di giorno e la Via Lattea di notte, ha l’animo pieno di meraviglie incomunicabili e sa che ormai sarà per sempre pellegrino sulla terra…”. Così forse si può sintetizzare lo stato d’animo del vero “jacobeo” cioè del pellegrino che a Santiago de Compostela ci andava (e ne tornava) a piedi, suddividendo gli 800 chilometri tra Roncisvalle e Santiago in tappe di 20 – 25 chilometri ciascuna.

Anche oggi molti affrontano “el Camino” per eccellenza a piedi, a testimonianza di una tradizione che ha appassionato milioni di persone da più di mille anni e che ha indotto il Consiglio d’Europa nel 1987 a dichiararlo "primo itinerario culturale europeo".

Ma non bastano gli interessi della politica, lo sfavillìo dell’arte, il gusto picaresco del viaggiare, a tener viva una tradizione così radicata. Forse c’è un altro “motore”, che vibra silenzioso lungo tutto il "cammino", alimentato dalla tensione di chi cerca una risposta seguendo il cammino del sole e delle stelle, fin dove finisce il mondo e comincia il vuoto, fin dove finisce (o comincia) la speranza.

Una tradizione dunque non sempre facilmente spiegabile.

Perchè infatti (certo nel passato, ma in fondo un po’ anche oggi) giocarsi la vita nel viaggio? Forse davvero vibra qui un mistero eterno, che per quanto scandagliato, conserverà pur sempre un "lato oscuro". Anche alla fine del viaggio durerà la sensazione che la verità è quel che resta di indicibile dopo che si è detto tutto quello che si poteva dire.

Gualtiero Gualtieri illustrerà qualche aspetto dell’infinito viaggio, da
secoli incrocio di miti, religioni, storie, arti, culture, esoterismo, strade, vite.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 24 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.