“No al logoramento, pronti alle elezioni”

"Non ci faremo logorare in discussioni e negoziati al ribasso", quindi i punti del programma devono essere accettati dalla maggioranza altrimenti, scrive Berlusconi, "si ritorni alle urne"

«Sui 5 punti non si tratta: vengano accettati così come sono o si vota». È lo stesso Berlusconi a chiarire la linea del partito con un messaggio ai Promotori delle Libertà. Il Cavaliere ha già allertato i militanti sulla possibilità di elezioni imminenti.
La scorsa settimana i vertici del Pdl avevano elaborato un programma in 5 punti da sottoporre alle pattuglie finiane. L’obiettivo del partito di centrodestra è trovare un intesa con la quale poter continuare l’esperienza governativa con l’accordo di tutta la maggioranza, Lega, Pdl e il nuovo movimento nato dallo scisma guidato da Gianfranco Fini.
Ora Berlusconi charisce la linea, «Non ci faremo logorare in discussioni e negoziati al ribasso», quindi i punti devono essere accettati così come sono dai finiani.
In alternativa il Presidente del Consiglio chiede il ricorso alle urne. Posto che la scelta, così come dice la Costituzione, dovrà essere presa dal Presidente della Repubblica una volta preso atto che non vi sia una maggioranza in grado di governare all’interno del Parlamento.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 agosto 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.