Maga, in dieci mesi settantamila visitatori

Presentati i dati sul pubblico e le previsioni economiche. Nel 2011 il Comune ci metterà poco meno di un milione, due terzi del bilancio

Modigliani (nella foto l’inaugurazione) aveva fatto staccare 42mila biglietti, ma nei mesi successivi il Maga ha conquistato altri 12mila visitatori, per un totale di 54680. Senza contare i 17.654 bambini coinvolti nelle attività didattiche. I numeri – fino al 12 dicembre – sono stati presentati nel corso di una seduta dlla commissione cultura, convocata come sempre nell’ultimo anno nei saloni del museo di via De Magri. E’ stata l’occasione anche per visitare la mostra della collezione Consolandi, visitata già da 10mila persone, che porta il conto totale dei visitatori quasi a quota 70mila in dieci mesi.

Se i visitatori sono importanti anche economicamente (l’incasso medio per persona è di 3 euro), inevitabile era anche confrontarsi con il bilancio: nel bilancio preventivo 2011 si programma spese di 1,4 milioni, mentre le entrate previste dovrebbero essere 1,5 milioni. Metà esatta (750 mila euro) verrà direttamente dal Comune, che aggiungerà poi anche 200mila euro specifici per le nuove mostre. Quasi un milione di euro, due terzi del bilancio a carico delle casse comunali. Il contributo degli sponsor è previsto in 200mila euro, mentre 200mila verranno da bandi e contributi provinciali, regionali e nazionali, ltre che da Fondazioni private.
 
I numeri sono nella relazione presentata da Angelo Crespi, il presidente della Fondazione Zanella. E la questione dei costi e della sostenibilità economica del museo sul medio-lungo periodo è stata richiamata dai commissari del centrosinistra, Aldo Lamberti del Pd e Cinzia Colombo di Sel. Occorrerà capire quale sarà il risultato delle mostre, la parte trainante (insieme alla attività didattica, spesso collegata alle stesse mostre) del museo. E anche qui emerge qualche dato interessante: Modigliani ha fatto più della metà dei visitatori di questi 10 mesi di vita del museo, ma ha anche avuto un costo molto elevato (700mila euro sul bilancio 2010). Certo era anche la mostra inaugurale, con ben tre eventi nel giro di due giorni. Dopo sono venute le mostre Flash 80, iniziativa leggera e fresca per l’estate, Carsten Nicolai (1978 visitatori, 675 dalle scuole). E poi la mostra della Collezione Consolandi, che ha registrato una grande attenzione e apprezzamento.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 gennaio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.