Renato Gaeta nuovo direttore tecnico dei canottieri

Cambio al vertice tecnico della ASD Canottieri di Monate. Nell’anno della ricorrenza del 40° anniversario della fondazione

Cambio al vertice tecnico della ASD Canottieri di Monate. Nell’anno della ricorrenza del 40° anniversario della fondazione, il Consiglio Direttivo ha deciso di avvicendare a Federico Peluffo, brillante promessa tecnica del remo Varesino, che vanta tra i suoi migliori risultati come allenatore la vittoria al mondiale Under 23 di Deborah Battagin, sul 4 pesi leggeri femminile, Renato Gaeta, ex allenatore della Canottieri Varese. Gaeta, dopo 21 anni passati alla Schiranna, interrotti solo da una parentesi di 2 anni proprio a Monate nel 2002/2004, entrerà a far parte dello staff tecnico della Canottieri di Monate da lunedì 10 gennaio, affiancandosi in veste di Direttore Tecnico e allenatore sul campo a Romualdas Kurghanas, ormai da un anno responsabile del settore giovanile del sodalizio Monatese.

“Siamo grati a Federico Peluffo per l’impegno, la correttezza e la dedizione che ha dimostrato in questi 8 anni tra di noi”, dice Franco Ruspini, Presidente della Canottieri Monate,” ma necessità diverse ci hanno portato a questa scelta, non ultima la maggior elasticità in termini di orari disponibili per l’allenamento dei ragazzi”. Con il nuovo assetto tecnico infatti, l’offerta sportiva della Canottieri Monate adesso, spazia dalla mattina alla sera, 7 giorni su 7, con corsi dedicati ai disabili, a ragazzi provenienti dalle scuole della zona, corsi specifici per il vicino centro Euratom di Ispra nella pausa pranzo, corsi agonistici per i ragazzi dai 9 anni in su e non ultimo il Voga Club, dedicato agli amanti del “remo non agonistico” che vogliono rilassarsi remando la sera dopo il lavoro e il sabato pomeriggio. “Credo che ora la Canottieri di Monate” possa definirsi a tutti gli effetti competitiva, sia a livello tecnico che a livello di offerta al pubblico con le altre società presenti in zona”, dice il Segretario, Gianluca Ribolzi. Pieno appoggio come al solito da parte del Sindaco Andrea Colombo e di tutta l’amministrazione comunale, attenta allo sviluppo in positivo della maggior realtà sportiva presente sul territorio comunale da ormai 40 anni.

“Quest’anno, in occasione dell’anniversario della fondazione, il Comune ha intenzione di investire 70 mila euro per la sistemazione definitiva della sede della Canottieri, interamente volti alla riqualificazione energetica della struttura, all’ultimazione della facciata esterna, alla sistemazione del parcheggio antistante la sede, da anni un “neo” per l’accesso alla zona con i carrelli porta barche, soprattutto in occasione delle manifestazioni remiere che ogni primavera scelgono Monate e il suo Lago come location per il loro svolgimento”, ha annunciato il Sindaco in occasione della cena natalizia dello scorso 19 dicembre. E aggiunge: “Crediamo fermamente che la Canottieri Monate abbia le carte in regola per farsi notare sui campi di tutta Italia e non solo, come dimostra il brillante risultato di Deborah Battagin a Brest (Bielorussia) la scorsa estate, e l’amministrazione comunale cercherà di aiutare Ruspini e i suoi consiglieri a migliorare sempre di più questa crescente affermazione del sodalizio Monatese.” Le difficoltà per gli sport minori come il canottaggio sono tante e l’impegno di Franco Ruspini in campo di ricerca di sponsor è costante.

“Tutti i giorni mi muovo alla ricerca di nuove fonti di sostegno per i nostri ragazzi, dato che purtroppo quello del remo non è uno sport finanziato come altri nel nostro Paese” – dice il Presidente – “Non necessitiamo di cifre importanti ma l’insieme di piccole somme da parte di più aziende ci consentono di garantire ai giovani che vogliono tentare la strada del remo una scuola di vita e di sport con una sede all’avanguardia, sia in fatto di attrezzature che di risorse umane. Rinnovo quindi l’appello a tutte quelle aziende grandi o piccole della zona, che possono essere interessate a sponsorizzare una realtà in pieno sviluppo come la nostra. Un piccolo sforzo da parte di chiunque significa grandi prospettive per i nostri atleti, i nostri giovani, i nostri figli.”

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 09 gennaio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.