Gli studenti protagonisti al Museo Bertoni

Italia Nostra premia i ragazzi delle superiori che hanno partecipato a un concorso che mescolava storia, arte e cultura. Tre le classi in gara dei licei Frattini e Manzoni

Un particolare dell'altare ligneo di Casorate, rifatto dai ragazzi del FrattiniQuando arte, cultura e formazione si incontrano, il risultato lascia spesso di stucco. E anche questa sera, venerdì 27 maggio, alle 17.30 al Museo Bertoni di Varese, il risultato del concorso indetto dalla sezione varesina di Italia Nostra con gli istituti superiori lascerà sicuramente il segno. Per la passione, per la creatività, per l’impegno di ragazzi e docenti che hanno deciso di affrontare un tema non del tutto semplice, sacrificando ore del proprio tempo libero, nel nome della Cultura.

Galleria fotografica

Il concorso di Italia Nostra 4 di 8

Il titolo di partenza era "Gli effetti della Contro-Riforma sullo sviluppo del barocco in Lombardia". Un argomento che presupponeva un approccio storico artistico finalizzato alla ricerca del rifiorire della creatività barocca locale come mezzo di propaganda della Chiesa, impegnata a contrastare l’avvento delle idee protestanti: « Fu il momento in cui fiorinono i "sacri monti" – spiega l’architetto Carlo Segre, storico presidente di Italia Nostra Varese – La Chiesa di Roma, per accontentare e impressionare i fedeli appartenenti al popolo, fece erigere queste vie sacre».

E con questo spirito di analisi i ragazzi del Manzoni di IV AS/CS sotto la guida della professoressa La Ricca e di IV ES con la professoressa Sabella e gli studenti del Frattini di VE indirizzo figurativo, coordinati dal professor Conconi, hanno accettato l’importante sfida producendo una molteplicità di tavole in cui è racchiuso il percorso storico analitico affrontato.  I ragazzi dell’artistico hanno studiato e riprodotto l’altare ligneo della chiesa Beata Vergine assunta di Casorate Sempione, analizzando il lavoro di Antonio Pino. Gli allievi dello psicopedagocigo diretti dalla docente La Ricca hanno approfondito la musica dell’epoca, approfondendo gli strumenti riprodotti in affreschi e quadri dell’epoca. I ragazzi della docente Sabella, infine, hanno affrontato il lavoro di Bernardino Castelli, intagliatore di Velate, a cui  Carlo e Federico Borromeo commissionarono molteplici opere proprio nello spirito di impressionare il popolo come misura di contrasto all’avanzata delle idee della Riforma protestante.

Difficile ilavoro della commissione, composta da Daniele Cassinelli conservatore dei Musei Civici di varese, Andrea Spiriti, docente dell’Università dell’Insubria, Cristina Loi, docente di architettura al Politecnico di Milano e dal Presidente di Italia Nostra Carlo Segre.
La premiazione ( iscrizione a Italia Nostra e un IPAD) si svolgerà alle 17.30 di oggi, venerdì 27 maggio, all’interno di una cerimonia a cui prenderà parte anche il sindaco Attilio Fontana.
Entusiastico il commento della restauratrice Valeria Villa, consulente culturale nel settore educativo dell’associaizone: « È veramente esaltante vedere la passione e l’impegno di tanti giovani che colgono al volo queste sfide culturali così impegnative. Poter aprire gli spazi museali ai giovani, farli diventare un crocevia dove si mescolano opere di valore a esperienze di ragazzi fa sicuramente bene alla crescita culturale dei nostri giovani».
Una citazione merita la presenza di alcuni "chiaro-scuri" realizzati dai ragazzi della media Vidoletti sotto l’attenta guida del professor Cuzzopè: tavole non in concorso ma di indubbio valore e bellezza. 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 maggio 2011
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Il concorso di Italia Nostra 4 di 8

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.