Il Varese sogna la A, il comune pensa allo stadio

Prima riunione a Palazzo Estense per valutare le possibilità di rendere idoneo al Franco Ossola per la massima serie. De Wolf: «Lavoreremo fino all'ultimo»

Si è svolta ieri – mercoledì 4 – a Palazzo Estense una riunione coordinata dal vicesindaco Giorgio de Wolf per verificare e definire gli interventi strutturali necessari allo stadio "Franco Ossola" per consentire al Varese 1910 l’eventuale disputa del campionato di Serie A. Si tratta, questa, della questione più calda in ambito sportivo anche nel dibattito elettorale che sta impazzando in questi giorni a Varese dove come noto sono in programma le amministrative; il Varese è attualmente terzo in Serie B e ha grosse possibilità di disputare i playoff per accedere al massimo campionato.
«Ci teniamo pronti nel caso, auspicato e felicissimo – sono le parole del vicesindaco – del passaggio del Varese nella massima serie. Lo stadio avrà necessità di adeguamenti che lo rendano idoneo allo svolgimento delle partite di Serie A. In questo modo la squadra potrà giocare in casa, nella sua e nella nostra Varese. Anche se in scadenza, la nostra amministrazione lavorerà sino all’ultimo giorno per predisporre progetti ed interventi necessari». Il primo piano di interventi verrà presentato nei prossimi giorni al Comitato Ordine e Sicurezza.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 05 maggio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.