Orientamento e sicurezza: un tavolo provinciale al fianco della scuola

Un lavoro di squadra tra tutti i soggetti del territorio per dare supporto alle scuole in due campi delicati e determinanti della formazione delle future generazioni

Provincia e Ufficio Scolastico Territoriale, con la collaborazione di numerosi enti territoriali, sono pervenuti ad un’intesa programmatica per la definizione e il raccordo delle diverse iniziative, in collaborazione con le autonomie scolastiche, per l’Orientamento e la Cultura della sicurezza nella nostra provincia.

Intorno ad un Tavolo si sono coordinati per realizzare attività di formazione rivolte ai docenti, agli alunni e alle famiglie, partner che si occupano storicamente di istruzione e formazione (Provincia e Ufficio Scolastico territoriale appunto) ma anche enti che nell’immaginario collettivo non vengono collegati alle attività formative: Direzione Provinciale del Lavoro, Inail, ASL, Associazioni Datoriali (Univa, Api, Confesercenti, Ascom, Artigiani, Cna) e Sindacali (CGIL, Cisl e UIL), Camera di Commercio, Sodalitas. Proprio queste professionalità multiple, portatrici di saperi diversificati sono la carta importante e vincente per rendere più sfaccettata e completa la formazione sia degli insegnanti sia degli allievi.

A margine del Convegno: “Orientamento scolastico e cultura della sicurezza. Facciamo sistema”
realizzato proprio al fine di rendere evidente e conosciuto il lavoro e il percorso di condivisione che si stava realizzando sul territorio, è stato sottoscritto il “Protocollo d’Intesa Territoriale – per l’integrazione e il coordinamento tra istituzioni e soggetti della provincia di Varese in tema di orientamento scolastico e professionale e della cultura della sicurezza", da tutti i partner presenti intorno al Tavolo di lavoro.

Obiettivi dell’intesa sono quindi: supportare incisivamente le scelte fondamentali collegate all’orientamento dei giovani, coordinandosi nelle attività e nelle iniziative che possano avere ricadute efficaci per la realizzazione di un sistema territoriale di orientamento nella provincia di Varese; integrare le azioni di orientamento, proprie dei sistemi di istruzione e di istruzione e formazione, con interventi del mondo economico e produttivo tesi a migliorare, aggiornare, sistematizzare l’informazione e la documentazione relative a stato, vocazioni e prospettive territoriali e generali; collaborare al fine di promuovere nelle giovani generazioni una cultura della sicurezza e della responsabilità a partire dalla scuola; ottimizzare le risorse e l’efficacia degli interventi posti in essere dai singoli soggetti.

L’Intesa di fatto ratifica un lavoro che da tempo viene svolto perché il Sistema provinciale di istruzione e di istruzione e formazione, fa da tempo rete pubblica, tanto internamente (scuole di stato, scuole paritarie, centri di formazione professionale), quanto territorialmente, in apertura e condivisione con gli altri soggetti. Le materie oggetto dell’Intesa sono di fondamentale importanza sia per gli individui sia per la nostra società e il suo futuro . Nel Convegno di oggi erano presenti degli esempi del lavoro svolto fino ad ora e dello spirito con il quale è stato realizzato: è stata presentata una ricerca realizzata dalla Provincia e UST che porta alcune riflessioni che emergono da due indagini di approfondimento sul punto di vista degli insegnanti della scuola secondaria di primo grado relativamente all’orientamento.

È stata inoltre data evidenza alla sottoscrizione di un Accordo di Rete tra le scuole secondarie di primo grado della provincia di Varese che si sono organizzate in due reti , nord e sud, per progettare, accompagnare e formare le scuole nella delicata materia dell’orientamento alla scuola superiore.

Alla fine della mattinata l’Asl di Varese ha inoltre messo a disposizione un formatore per aggiornare i Dirigenti scolastici e i partecipanti al convegno presenti, sulle novità relative alla Sicurezza in particolare per quanto attiene il Mobbing e lo Stress lavoro correlato.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 maggio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.