La Rosa Bianca, una questione di libertà

Il 27 e il 30 gennaio la compagnia teatrale degli studenti dell’Educandato di Roggiano metterà in scena al Teatro Sociale la storia dei cinque universitari che cercarono di opporsi a Hitler

Monaco, giugno 1942-febbraio 1943. Cinque giovani studenti universitari, tra cui Hans e Sophie Scholl, commettono una follia: decidono di opporsi al Terzo Reich denunciandone pubblicamente il volto totalitario, la violenza e la crudeltà contro l’essere umano. In che modo? Stilando sei opuscoli firmati “La Rosa Bianca” e inviandoli agli indirizzi di posta che trovano nelle rubriche delle principali città della Baviera. Obiettivo: risvegliare ogni coscienza annichilita dalla dittatura e dichiarare in modo non violento, ma deciso, il proprio amore per la libertà e la pacifica convivenza.

Una storia di resistenza fino all’ultimo respiro che non tutti conoscono e che la Compagnia teatrale “Con le ali alzate” degli studenti dell’Educandato “Maria SS. Bambina” di Roggiano, guidati dai prof. Antonello Vanni e Silvia Tafaro, metterà in scena al Teatro Sociale di Luino il 27 gennaio per le scuole del territorio luinese e venerdì 30 gennaio per tutta la cittadinanza, ore 21 con ingresso libero, presso il Cinema Teatro Italia di Germignaga grazie all’invito del Comune stesso.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 24 gennaio 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.