Cassa integrazione, a Varese mai così bassa la richiesta dal 2010

L'analisi di Sergio Moia della Cisl dei Laghi

lavoro generiche

Il secondo trimestre del 2015 conferma il trend discendente della cig sia in provincia di Varese, che di Como. In tutte e due le province le ore richieste segnano inoltre il valore più basso nella serie dei valori trimestrali che partono dal 2010. Questo risultato è ancora più evidente se il confronto viene fatto tra i primi semestri degli ultimi 6 anni. In tutte e due le province la diminuzione rispetto al primo semestre dell’anno precedente è attorno al 30% e oscilla dal 20% al più del 50 % se il confronto si fa con gli altri anni. Il mese di luglio conferma questo andamento.

Nell’analisi delle diverse gestioni i valori tendenziali (confronto con il medesimo trimestre dell’anno precedente) e quelli congiunturali (confronto con il trimestre precedente), confermano l’andamento dei dati generali, con due eccezioni. In provincia di Varese la gestione ordinaria cresce rispetto al I trimestre dell’anno (24,6%), con un incremento diffuso in quasi tutti i settori e accentuato nel tessile-abbigliamento, nell’alimentare, nella lavorazione dei minerali non metalliferi e in edilizia.

In provincia di Como invece cresce leggermente il tendenziale (2,7%) nella gestione straordinaria, come era avvenuto anche nel primo trimestre dell’anno. I settori interessati sono soprattutto quelli dell’abbigliamento, metallurgico, chimico-plastico, edile e del commercio. La gestione della cig in deroga non è significativa per i noti problemi relativi ai tempi di approvazione dei decreti, che falsano l’analisi dell’andamento dei dati per periodi inferiori all’anno.

Rispetto alla Lombardia l’andamento congiunturale della cig è migliore (-21,4% Varese, -22,7% Como, -15,9% Lombardia), non così per i valori tendenziali, sia per quanto riguarda il II trimestre (-32,4% Varese, -29,7 Como, -38,7% Lombardia), sia per quanto riguarda il primo semestre dell’anno (-32,9% Varese, -26,19 Como, -42,0% Lombardia).
Le due province di Varese e Como sono quindi in ritardo rispetto alle medie Lombarde sul rientro dei valori delle ore di cig richiesta, ma la dinamica degli ultimi mesi risulta più accelerata.

 

di
Pubblicato il 24 agosto 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.