Un ex-maresciallo della Finanza per continuare l’opera di Favella

Arnaldo Tordi, 57 anni, un passato nella GdF e un presente da vice-sindaco: «E' il momento di investire su Cadegliano»

Arnaldo Tordi è il candidato sindaco di «Unione popolare democratica", ha 57 anni, è sposato e ha una figlia di 26. Maresciallo della Guardia di Finanza in pensione è l’attuale vice-sindaco del comune di Cadegliano Viconago. In comune si occupa di bilancio, finanze e manutenzione attraverso le deleghe conferitegli dal sindaco Umberto Favella del quale rappresenta la continuità. «Dopo nove anni di questa aministrazione abbiamo pensato che la continuità possa essere un elemento di crescita del paese – spiega Tordi – e data la nostra esperienza quasi decennale in campo amministrativo credo che siamo i più adatti a garantirlo».

Si muove sicuro il candidato Tordi mentre mostra i risultati di nove anni di risanamento delle casse comunali: «In questi anni la nostra più grande preoccupazione è stato il risanamento delle casse comunali che nel ’97 erano disastrate». Questo ha frenato gli investimenti i quali però potranno riprendere a partire dal 2007 per la èrossima estinzioni di alcuni mutui. Superati i problemi finanziari quali sono le sfide che attendono questo territorio? «Uno dei nostri principali oiettivi è creare una coscenza di paese tra le tre frazioni, isolate tra di loro, attraverso un sistema di trasporto con minibus e cercando di spingere chi costruisce case ad inseiarsi negli spazi vuoti tra le frazioni». A fronte di un territorio vasto, infatti, le tre frazioni sembrano, anzi in passato lo erano, tre paesi differenti divisi in Cadegliano, Arbizzo e Viconago.

 Questo problema sta portando anche a problemi in alcune zone del centro storico di Cadegliano il quale si sta svuotando in maniera repentina: «Abbiamo il 30-35% del centro storico completamente sfitto e disabitato – spiega Tordi – e questo nonostante abbiamo tentato di riportare qui i proprietari con incentivi fiscali anche insieme alla comunità montana che adava contributi per il rifacimento delle facciate». Tutto inutile, c’è chi si lamenta dela mancanza di parcheggio in prossimità delle abitazioni e il candidato sindaco propone tre zone di parcheggio con box interrati e parcheggi a raso: «Abbiamo individuato tre punti – spiega Tordi – dove costruiremo parcheggi».

Sulla viabilità, poi, si gioca una parte importante del consenso: «Se verremo eletti porteremo al’attenzione della Regione il progetto del nuovo valico del Madonnone per capire definitivamente cosa fare di quell’area per noi strategica – conclude Tordi – se ci sarà la possibilità di costruire questo nuovo valico terremo vincolata l’area altrimenti pensiamo ad uno sviluppo commerciale dell’area in previsione della riapertura della Strada provinciale 61, la nostra croce». Spazio anche al sociale nel programma della lista Unione popolare democratica:«Presto il paese avrà un asilo nido e una scuola materna più grande – conclude Tordi – per andare incontro alle esigenze delle numerose donne lavoratrici, questa è un’area di frontalierato».

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 08 Maggio 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.