Dopo Fernando Rossi, arriva a Busto anche Franco Turigliatto

Il senatore, espulso dal Prc per aver votato contro al politica estera del governo, sarà al Museo del Tessile lunedì 21 maggio per parlare delle missioni militari italiane all'estero

Dopo Fernando Rossi, la cui presenza aveva scatenato un putiferio al Liceo Classico Crespi, con tanto di assemblea d’istituto "illegale" per ospitarlo contro tutto e tutti, è il turno di Franco Turigliatto, l’altro senatore "ribelle" il cui voto contribuì a far cadere il governo "Prodi I" sulla politica estera.

Il senatore, sospeso per due anni da Rifondazione e passato nel gruppo misto, sarà al Museo del Tessile lunedì 21 maggio prossimo alle ore 21 per parlare delle missioni militari italiane all’estero, su invito proprio di esponenti locali del suo ex partito legati alla corrente della Sinistra Critica. «Un esempio di pacifismo coerente» commenta il capogruppo di Rifondazione Corrado, «si può valutare l’opportunità di quel suo voto, che alla luce degli sviluppi attuali sembra anche giustificato, ma il senatore Turigliatto è una voce critica importante».

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 21 Maggio 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.