“Non siamo gli alfieri del degrado”

Rifondazione Comunista risponde duramente all'Ulivo su piazza Vittorio Emanuele II e conferma il sostegno al refendum proposto da Audio Porfidio

Dopo mesi di silenzio, nei quali certamente qualcuno ha comunque “tessuto la sua tela”, noi compresi, la questione della riqualificazione della Piazza Vittorio Emanuele II torna “calda”.

Abbiamo letto in questi giorni dichiarazioni sulla stampa locale da
parte dell’Amministrazione Comunale. Abbiamo letto anche altre
dichiarazioni di un altro gruppo politico, l’Ulivo (e per fortuna che
erano nostri alleati!!!), che si tiene sulla medesima lunghezza d’onda della destra bustese. Leggiamo stamattina anche le trasecolate dichiarazioni (ne ha ben donde) del Presidente di Legambiente, Andrea Barcucci.


Ebbene, notiamo che si sta facendo della palese contro-informazione ed occorre quindi fare chiarezza. Almeno per quanto
riguarda la posizione di Rifondazione Comunista e del Gruppo Consiliare che fa riferimento a tale partito.
Iniziamo col precisare 3 cose:

1) nessuno del PRC ha mai detto che vuole tenere nell’attuale pesante degrado la Piazza V.E.II; anzi, è palese colpa delle amministrazioni precedenti se in questi 20 anni nulla è cambiato; parlo dei leghisti dei forzisti e dei democristiani succedutisi alla guida di questa Città; ripetiamo: per Rifondazione Comunista è auspicabile che finalmente la piazza venga riqualificata… e sarebbe anche ora!!
2) la questione invece del parcheggio interrato in pieno centro storico non ci vede d’accordo; il traffico resterebbe quello caotico odierno, l’inquinamento apportato pure, la via Zeppelleni e limitrofi
diventerebbero una grande camera a gas. Inoltre di questa scelta
godrebbero solo pochi a discapito di moltissimi (l’intera città).
3) L’alternativa esiste: AGESP ha programmato la costruzione di un parcheggio interrato fuori dal centro storico di 500 posti in via
Alberto da Giussano. Per cui la “fame” di parcheggi in centro sarà
presto un ricordo. Come già lo è nella vicina Gallarate, dove si è
fatta una scelta identica.

L’attuale Amministrazione Farioli è praticamente inerte e ferma e di certo non verrà ricordata a lungo, ma in una cosa si sta distinguendo dalle precedenti: è supina e totalmente accondiscendente ai cosiddetti “poteri forti”; vedasi la questione
Accam, Prealpi G
as e le continue cementificazioni fatte dove e come vogliono i palazzinari, locali e non; E’ anche per questo motivo che, insieme a tutti i partiti della sinistra bustese, abbiamo aderito alla proposta di referendum che il movimento La Voce della Città e il suo Consigliere Comunale Audio Porfidio hanno proposto e ottenuto.

E’ poi patetico il Consigliere Comunale Grandidell’Ulivo che parla di un inutile referendum “su un parcheggio” per ridicolizzare e sminuire la consultazione che invece ha per oggetto un pezzo importantissimo del Centro Storico.

Incredibile poi che si possa adombrare, tra i referendari, un qualsivoglia interesse personale: ci dicano quale è se esiste, o la smettano, altrimenti potremmo essere costretti a dover tutelare la nostra credibilità a colpi di carte bollate.

Ribadiamo che la scelta della riqualificazione della Piazza V.E.II non può essere fatta da pochi ma va condivisa con la gente. Si tratta di un pezzo fondamentale della città, ripetiamo lasciato colpevolmente all’abbandono da chi ha guidato Busto Arsizio in questi anni.

Potremmo poi aggiungere che ci piacerebbe vedere tanto interesse non solo per le piazze del centro di Busto ma anche per le periferie, abbandonate ormai da sempre, ma su questo torneremo perso a parlare noi, che anche alle periferie teniamo molto.

Tanto era dovuto per chiarezza e per evitare fraintendimenti.

Antonio Corrado
Capogruppo del Partito della
Rifondazione Comunista nel Consiglio Comunale di Busto Arsizio

Jarno Marchiori
Segretario Politico del Partito della Rifondazione Comunista
di Busto Arsizio

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 16 Novembre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.