Serata da vertigini con lo “Gnaro” dell’Himalaya

Venerdì 23 ai Molini Marzoli l'alpinista Silvio Mondinelli detto "Gnaro" racconta i suoi 14 "ottomila": è tra i pochissimi al mondo ad averli scalati tutti senza ossigeno

Venerdì 23 Novembre nella Sala Tramogge dei Molini Marzoli a Busto Arsizio si terrà una serata-incontro con l’alpinista Silvio Mondinelli, noto anche con il suo soprannome di Gnaro. La serata, organizzat dal Club Amici della Montagna (CAM) nell’ambito del cinquantenario di fondazione, avrà come titolo "Ottomila e altro".

Mondinelli nel luglio di quest’anno,con la salita al Broad Peak, ha concluso la salita di tutte e 14 le cime sopra gli ottomila, in puro stile alpino e senza utilizzo di ossigeno; questo fatto rende Mondinelli il secondo italiano e sesto al mondo a realizzare questa impresa. Può essere considerato uno dei maggiori alpinisti Himalaiani ancora in attività.

Un pensiero di Gnaro dopo l’ultima salita:  "Mentre, insieme agli altri, smantellavo il campo base non ho potuto fare a meno di fermarmi ad osservare il Broad Peak. Fissando il profilo maestoso della montagna ho ripensato a Kurt e ai suoi compagni, che 50 anni fa l’hanno scalata per la prima volta, e all’amico Berti che nel 1984, con una spedizione italiana, ha scattato la sua foto sulla cima di questa montagna. Quante persone, quante storie diverse, per me è stato il capolinea delle ascese sugli ottomila. Salire tutti i 14 ottomila è una meta impegnativa; personalmente mi ero prefissato di raggiungere questo obiettivo e, dopo 14 anni di fatiche, sacrifici e tanti momenti di vita quotidiana della mia famiglia persi, ci sono riuscito. A questo punto, la domanda che molti giornalisti mi hanno posto e che io stesso mi sono posto è: "E adesso che cosa farai?" In verità, un altro sogno l’avrei: imparare a suonare il sassofono come Sonny Rollins. Credo però che continuerò a fare il "pestaneve"; sono certo che non passerà molto tempo prima che trovi un qualche espediente per giustificarmi con i miei famigliari e tornare in Himalaya. Sì, insomma, il lupo perde il pelo, ma non il vizio!"

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 21 Novembre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.