Business game, torna il gioco che insegna a fare l’impresa

Organizzato dai Giovani Imprenditori delle Associazioni Industriali di Varese, Como e Bergamo in collaborazione con la Liuc, è rivolto ai ragazzi della quarta superiore

Il concetto è quello che in inglese va sotto l’espressione “learning by doing”, imparare facendo. Far acquisire nuove conoscenze, meno teoriche e più pratiche, agli studenti; insegnare un nuovo metodo di studio; avvicinare gli alunni delle classi quarte delle scuole superiori alla cultura d’impresa. Mettendoli alla prova. Sono questi gli obiettivi dell’edizione 2008 del Business Game “Metti la IV”, il progetto scolastico organizzato dai Gruppi Giovani Imprenditori delle Associazioni Industriali di Varese, Como e Bergamo, in collaborazione con l’Università Carlo Cattaneo – LIUC e il patrocinio del Comitato Regionale Giovani Imprenditori di Confindustria Lombardia.

L’iniziativa è stata presentata ai dirigenti scolastici e ai rappresentanti degli studenti degli istituti superiori delle tre province coinvolte durante un incontro che si è tenuto all’Università LIUC. Il Business Game è un gioco, una competizione tra ragazzi, che simula la gestione di un’azienda virtuale. Ad ogni squadra, che sarà composta da un minimo di 3 a fino a un massimo di 4 studenti delle classi quarte delle superiori, corrisponde un’impresa manifatturiera in gara con le concorrenti per aggiudicarsi, a monte, i migliori fornitori e il giusto quantitativo di materie prime, a valle, i clienti.

«Questa iniziativa – ha spiegato Alberto Parma, Presidente del Gruppo Giovani Imprenditori dell’Unione degli Industriali della Provincia di Varese – vuole essere soprattutto un’esperienza didattica di avvicinamento al mondo della gestione aziendale, di sviluppo della capacità di lavorare in team e di assumere, per quanto virtualmente, scelte responsabili». In pratica, ciò che rappresenta il pane quotidiano di ogni titolare d’azienda.

Il torneo sarà diviso in tre fasi. La prima fase si svolgerà, tra il 25 febbraio e il 19 marzo, all’interno degli istituti. A questo iniziale step della competizione, al campionato interno alle singole scuole, potranno partecipare un minimo di 2 fino a un massimo di 15 squadre. La vincitrice passerà alla fase provinciale, che si terrà il 4 aprile all’Università LIUC. I tre migliori team di Varese, che andranno a comporre il podio, avranno diritto ad accedere alla finale regionale in programma il 19 aprile, sempre nelle aule della LIUC, durante la quale si confronteranno con i tre migliori team di Como e Bergamo.

Ad ogni fase le squadre-imprese partiranno dalla medesima situazione e dovranno prendere scelte aziendali in uno scenario creato da un software che simulerà la gestione di un intero anno economico. L’amministrazione del magazzino, le assunzioni e i licenziamenti, la formazione del personale, le spese da sostenere in tecnologia e pubblicità, il prezzo di vendita dei prodotti: queste alcune delle decisioni che i ragazzi-manager dovranno prendere. Vince chi, alla fine della partita, genererà il maggior profitto in un mercato creato da tutte le squadre in gioco. Come nella realtà, la spunta il più competitivo.  

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 16 Gennaio 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.