Festa di Sant’Antonio, un tuffo nel 1385

Domenica 13 gennaio il quartiere che ospita la chiesetta dedicata al santo si trasforma in un borgo medievale, tra 140 figuranti e scenografia da 40 metri

Oltre 140 figuranti animeranno il corteo della tradizionale festa di Sant’Antonio. 40 i metri di lunghezza della scenografia 3D che sarà utilizzata per ricreare l’atmosfera del borgo. Sono solo alcuni numeri che caratterizzeranno i festeggiamenti per l’iniziativa ce si svolgerà nei pressi della chiesetta dedicata al santo e risalente al 1385. Iniziativa durante la quale domenica 13 gennaio  si svolgerà una vera e propria un’autentica rievocazione storica-religiosa in grande stile. Infatti, il consiglio pastorale della Sacra Famiglia ha messo in piedi dei festeggiamenti in grande stile ricreando così il vecchio borgo contadino che circondava uno dei più antichi edifici religiosi di Saronno: la chiesetta di Sant’Antonio Abate.

Il tutto per una domenica di festa, il 13 gennaio, in attesa di giovedì 17 quando il borgo si animerà con bancherelle e la tradizionale benedizione degli animali e delle auto. “Quello di domenica è un progetto ambizioso – spiegano Paolo Legnani e Giacomo Palombo portavoci del consiglio pastorale – che abbiamo avviato qualche anno fa quando, con una serie di lavori ed interventi, abbiamo recuperato la chiesetta riportandola alla sua versione più semplice ed autentica. Con il patrocinio dell’amministrazione comunale abbiamo deciso di far rivivere il borgo realizzando una scenografia in 3D di quaranta metri che ricreerà l’atmosfera del 1385”.
Il borgo si animerà a partire dalle 9,30, ma il momento clou sarà alle 14,30 quando dall’oratorio della Sacra Famiglia partirà il corteo con oltre un centinaio di figuranti, attraverso tutta la scenografia.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 11 Gennaio 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.