Luino omaggia Pasolini regista, uomo, poeta

Villa Hussy diventa sede di un cineforum per la prima volta. ad organizzare le proiezioni il decano del cinema a Luino Angelo Aschei

L’Assessorato alla Cultura propone, a partire dal prossimo sabato 19 gennaio
presso la Biblioteca civica di Luino, l’iniziativa “Dal bianco e nero al
colore”
, cinque appuntamenti dove saranno presentati film, scritti, registrazioni di
Pier Paolo Pasolini.
Valorizzare le risorse della propria città significa dare avvio e sostenere
iniziative come questa: creare opportunità negli ambienti culturali. Villa Hüssy è il prestigioso contenitore di un progetto che si propone come un “salotto buono” dove il libro, la parola e l’immagine possano fondersi in
un’atmosfera appagante. A dirigere gli appuntamenti sarà Angelo Aschei, critico cinematografico ed esponente in prima linea della cultura a Luino grazie a numerose iniziative di successo legate al cinema, non ultima quella di portare Aurelio Grimaldi al teatro Sociale.

«Portare un cineforum in villa Hüssy? La scelta di Pasolini risponde a due considerazioni: sono film tratti tutti da libri; i primi due ispirati alle
pasoliniane atmosfere di Ragazzi di vita (1955) e Una vita violenta (1959); gli ultimi tre agli omonimi testi di Boccaccio (1353), di Chaucer (1387) e dell’epos orientale (secoli X/XII). Condivido inoltre che tra Pier Paolo Pasolini (Bologna 1922-Ostia 1975) e
il nostro Vittorio Sereni ci sia una consonanza, non solo di date esistenziali vicine. – spiega Aschei che continua – Infine è per me un amarcord: per vent’anni circa ho diretto, prima
al Salone Pellegrini, poi al Cinema Teatro Sociale e una trasferta all’Italia
di Germignaga, il cineclub organizzato dal Dopolavoro Ferroviario di Luino. Ben sapendo che l’intellettuale è una figura fragile: può avere successo, come si è visto con Pasolini, ma non ha effetto. Non diversamente dalla poesia, la critica non fa succedere niente. Non cambia il mondo, ne fa
parte
».

Gli incontri non saranno esclusivamente proiezioni; lo spettatore sarà accompagnato lungo un percorso ricco ed articolato che lo porterà al film, al regista, all’uomo Pasolini. Pier Francesco Buchi, assessore alla cultura del comune di Luino sottolinea l’impegno profuso dagli organizzatori:«Ringrazio quanti, come me, hanno creduto e lavorato a questa idea;
ringrazio in particolare le Aziende agricole locali che hanno accolto con entusiasmo la proposta di presentare ed offrire i loro prodotti durante gli
appuntamenti
». Gli appuntamenti sono dal 19 gennaio al 26 gennaio, il 2 , 16 e 23 febbraio
alle ore 16, la partecipazione è gratuita
.


Ecco il programma: sabato 19 gennaio verrà proiettato "Accattone", il 26 gennaio "Mamma Roma", il 2 febbraio toccherà al "Decameron", il 16 febbraio "I racconti di Canterbury" e il 23 "Il fiore delle mille e una notte". Ad ogni proiezione sarà affiancata la lettura di scritti pasoliniani. Infine ad ogni proiezione è abbinata una "merenda" fatta di prodotti tipici offerti da cinque aziende agrituristiche della zona che partecipano all’evento.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 16 Gennaio 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.