Pro Patria e Varese, tutto questo è noia

Pro Patria-Varese 0-0. Di fronte per il primo turno di Coppa Italia, tigrotti e biancorossi danno vita a un match scialbo e piuttosto monotono. Bustocchi più pericolosi, ma gli ospiti controllano e portano a casa un punto prezioso

Pareggio a reti bianche fra Pro Patria e Varese nella giornata d’esordio della Coppa Italia di Serie C. Il primo match ufficiale in stagione non regala lo spettacolo tanto atteso, una gara poco esaltante frutto anche delle condizioni, ancora imperfette, di alcuni protagonisti in campo. I tigrotti fanno qualcosa in più per meritarsi il vantaggio, ma la mira degli attaccanti biancoblu è ancora da migliorare, poi quando la palla entra in rete (colpo di testa di Polverini nel secondo tempo) il gol è annullato per un fuorigioco non certo limpido. Il punto conquistato a Busto fa felice i biancorossi, bravi a non scoprirsi troppo e a cercare sempre la ripartenza veloce: Grossi sfiora il gol in avvio di ripresa, poi il Varese controlla e porta casa un risultato molto utile ai fini della qualificazione.

LA PARTITA – Moduli speculari per le due squadre, che si schierano con un 4-4-2 in cui qualità e quantità trovano il giusto equilibrio. Tra nuovi acquisti e grandi ritorni (Pisano su tutti), ci troviamo di fronte a squadre completamente rivoluzionate rispetto alla scorsa stagione: il derby di Coppa Italia offre quindi la possibilità di mettere a punto schemi e strategie in vista del campionato ormai alle porte.

La gara però non è certo spettacolare, con la Pro a mantenere il comando delle operazioni e il Varese che tenta di ripartire in contropiede. Dopo una punizione di Correa bloccata senza problemi da Moreau, si fa apprezzare la coppia d’attacco bustocca: combinazione Gasparello-Fofana (nella foto) e intervento affannoso della difesa ospite. Sul fronte opposto Tripoli cerca in tutti i modi di dare velocità alla manovra biancorossa, ma le chance latitano con un Crocetti ancora in cerca della forma migliore. Al 36’ la conclusione di Bruccini merita gli applausi del pubblico tigrotto, così come il nuovo tentativo di Correa su calcio piazzato che sfiora l’incrocio dei pali, poi prima dell’intervallo ci prova Grossi, ma la sua botta termina a lato.

Appena rientrati dagli spogliatoi il numero sette del Varese spreca clamorosamente su assist di Tripoli, poi si fa apprezzare per un acrobazia in area avversaria con palla fuori di un soffio. Dall’altre parte ci provano Bruccini (conclusione bloccata da Anania) e Fofana, la cui incornata trova il corpo di Moreau. Nella circostanza l’estremo difensore biancorosso frana sull’attaccante tigrotto costringendolo al ko (dentro Polverini). A metà ripresa gol annullato alla Pro: il neo entrato Polverini insacca di testa su assist di Melara, ma l’assistente segnala una posizione di fuorigioco alquanto dubbia. Finisce quindi a reti inviolate, un risultato che lascia aperta qualsiasi soluzione in vista delle prossime giornate di Coppa Italia.

SPOGLIATOI – E’ soddisfatto Pietro Carmignani al termine del pareggio dello “Speroni”: «Risultato giusto, ottenuto contro una buona squadra. Abbiamo fatto un passo di avvicinamento al campionato, anche se non vogliamo affatto trascurare la Coppa Italia: cercheremo di passare il turno». Accoglie positivamente lo 0-0 anche Franco Lerda, tecnico della Pro Patria: «Gara positiva nonostante ci trovassimo di fronte a un avversario che come condizione è più avanti di noi. Sono contento della prestazione dei miei ragazzi, peccato però per qualche occasione non sfruttata a dovere».

BORSINOLa Pro sembra già sulla buona strada: squadra accorta e quadrata in cui l’esperienza di alcuni uomini (Barjie, Music e Gasparello in primis) potrebbe fare la differenza. Di buon livello l’affiatamento tra l’attaccante veneto e Fofana, quest’ultimo autore di numerosi spunti nella metacampo avversaria. Un po’ sottotono invece il gioiellino Correa, i cui calci da fermo però rappresenteranno un’arma in più per trafiggere i portieri avversari. Infine, è parsa molto solida la linea difensiva, comandata da quel Daniele Dalla Bona che non sembra aver patito l’improvviso cambio di ruolo.

Buone indicazioni anche per il Varese: contro una squadra di categoria superiore i biancorossi si fanno trovare pronti all’appuntamento. Su tutti spiccano Tripoli, un furetto, e Gambadori (nella foto), un combattente, mentre Grossi si fa vedere spesso risultando però piuttosto impreciso. Ancora fuori condizione Crocetti e Pisano, sottotono Lepore e poco appariscente Moretti, ma il risultato arride al Varese grazie anche all’esperienza di capitan Dos Santos. E per il momento va bene così.

Pro Patria – Varese 0-0

Pro Patria: Anania (46’ s.t. Petr); Music, Pisani, Dalla Bona, Barjie; Melara (37’ s.t. Morello), Zappacosta, Correa, Bruccini; Fofana (22’ s.t. Polverini), Gasparello. A disp.: Petrolini, Schiavano, Iaconis, Termine. All.: Lerda.

Varese: Moreau; Pisano, Moretti (29’ s.t. Corral), Dos Santos, Bernardini; Lepore, Gambadori, Palazzo, Grossi; Crocetti (42’ s.t. Di Maio), Tripoli (16’ s.t. Romeo). A disp.: Sampietro, Ninov, Striato, Fiumicelli, Di Maio. All.: Carmignani.

Arbitro: Ostinelli di Como (Paganessi e Marchesi)

Note: serata fresca, terreno in pessime condizioni.

Ammoniti: Pisani (P); Grossi e Dos Santos (V).

Calci d’angolo: 3-1

Spettatori: 800 circa.

 

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 agosto 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore