Brusimpiano-Ardena tra sport, amicizia e arte

Domenica 17 la cronoscalata non competitiva organizzata dalla "Binda" e dagli "Amici del Cuvignone" per contribuire ai restauri del Santuario che si affaccia sul Ceresio

È una delle salite più conosciute da chi va a pedali nel Varesotto e domenica prossima – 17 maggio – vedrà la disputa di una gara storica e simpatica. Parliamo della cronoscalata non competitiva Brusimpiano-Ardena, organizzata dalla "Binda" di Varese, la società che ogni anno allestisce la Tre Valli.
La corsa permetterà di vivere una bella giornata in amicizia a tutti i partecipanti che tradizionalmente comprendono ex campioni, ciclisti della domenica e atleti che inforcano la bici solo per l’occasione; inoltre le quotre di iscrizione contribuiscono al restauro del piccolo santuario che offre una vista unica verso il lago di Lugano.

Il percorso misura solo 3 chilometri con una pendenza media del 6% e quindi è davvero adatto a chiunque voglia cimentarsi sui tornanti che portano alla chiesetta. Nata per iniziativa del gruppo sportivo "Amici del Cuvignone" per contribuire ai restauri ma anche a rivalutare una meta che è un vero e proprio balcone a 451 metri d’altitudine tra Valmarchirolo, Valganna e Valceresio. Le iscrizioni (10 euro) sono già aperte ma sarà naturalmente possibile iscriversi anche prima del via con il solo obbligo di indossare il casco protettivo. Il primo concorrente prenderà il via alle 8,30 e si proseguirà fino alle 12. Tra le vecchie glorie che in passato hanno preso parte alla salita ci sono stati atleti come Silvano Contini, Ezio Moroni, Mario Lanzafame e altri giunti dal Canton Ticino e dal Milanese che hanno pedalato con decine di appassionati.

Ad Ardena il santuario ha alimentato nel corso dei secoli i pellegrinaggi dalle località circostanti. All’interno si trovano dipinti interessanti come quello della Madonna che allatta il Divini Infante attribuito alla scuola del Luini (del ‘400 circa) e un quadro di Carlo Urbini da Crema che ritrae Gesù attorniato dagli apostoli e inginocchiato davanti alla Madonna benedicente.
Dal Santuario si può raggiungere Lavena attraverso un sentiero con mezz’ora di cammino spedito. Oggi la chiesa e le sue pertinenze sono al centro di un progetto di restauro che presuppone costi impegnativi per la piccola parrocchia di confine. Per questo motivo sono auspicabili nuove iniziative, come quella della cronoscalata.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 14 Maggio 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.