Licenziati dalla cooperativa:” Andremo all’Ufficio provinciale del lavoro”

I sei operai dell'"Auto Mot Service" lasciati a casa spiegano le proprie posizioni e chiedono il rispetto dei diritti e dei contratti

I dipendenti della cooperativa “Auto Moto Service” licenziati nei giorni scorsi promettono battaglie legali per difendere i proprio diritti. I sei lavoratori (Luca Papasergio, Marco Da Cengio, Massimo Palazzo, Antonio De Mare, Alberto Vanetti e Alessio Lentini), tutti operai tra i 23 e i 42 anni, soci lavoratori della Auto Mot Service che preparano kit per Agusta e per altre ditte esterne, sono stati licenziati. Sono arrivate loro due lettere: la prima che li estromette dalla cooperativa della quale erano soci lavoratori, un’altra che comunica loro il licenziamento per giusta causa visto “l’assenteismo ingiustificato nei giorni 8, 9 e 10 giugno” e “il rifiuto degli accordi proposti dall’azienda e i continui atti di insubordinazione”. I sei ragazzi si difendono, assicurando di non aver mai compiuto nulla di fuori dalla legge e anzi di aver avvertito nei tempi e nei modi previsti dell’intenzione di fare sciopero: «Abbiamo fatto qualche incontro, ma la società non si è mossa dalle proprie posizioni – spiega uno dei lavoratori -. Invece che ascoltare le nostre rivendicazioni su sicurezza e rispetto dei diritti e dei contratti, ci hanno proposto un rientro con mansioni diverse e dequalificate, senza garanzia dei livelli raggiunti da ognuno, con in più la proposta di riconoscerci straordinari e lavori notturni in nero, fuori busta. Noi non ci stiamo più e andremo all’Ufficio provinciale del lavoro. Intanto proseguiamo il presidio e lo sciopero, con tanto di volantini che spiegano la nostra situazione. Non vogliamo essere sfruttati o usati da queste cooperative e queste grandi aziende che fanno profitti sulla pelle dei lavoratori».

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 30 Giugno 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.